Comune di Palermo, Polo tecnico chiuso per guasto ai bagni

Csa-Cisal: “Lavoratori parte lesa, gravi ritardi dell’Amministrazione”

 “La chiusura degli uffici del Polo tecnico
di via Ausonia, a Palermo, per l’interruzione della fornitura idrica
non è addebitabile al caso o a una sfortunata coincidenza, ma è il
risultato dell’inerzia dell’Amministrazione comunale di Palermo.

Da
tempo si sapeva che l’autoclave aveva bisogno di manutenzione tecnica,
ma nulla è stato fatto per evitare il guasto e il conseguente blocco
dei servizi igienici che sono ancora più essenziali in un momento di
pandemia”. Lo dice Nicola Scaglione del Csa-Cisal, commentando il
provvedimento con cui il Comune di Palermo ha temporaneamente chiuso
gli uffici tecnici di via Ausonia.
“Questa mattina sono stati effettuati alcuni interventi che si spera
possano essere risolutivi e il rientro dei dipendenti in ufficio
dovrebbe avvenire in breve tempo – continua Scaglione – Siamo inoltre
intervenuti come Csa-Cisal per evitare oltre al danno la beffa, cioè
l’obbligo del recupero delle ore per i dipendenti che in questa
vicenda sono soltanto la parte lesa”.