Asacom, Finocchiaro: “centinaia di lavoratori non stabilizzati come dipendenti pubblici, ma alla stregua di contratti che non tutelano le figure professionali”

Il coordinatore cittadino di “AZIONE Catania”, Carmelo Finocchiaro, interviene sulla questione Asacom che riguarda centinaia di lavoratori non stabilizzati come dipendenti pubblici ma alla stregua di contratti che non tutelano le figure professionali: “Gli studenti con disabilità che frequentano le scuole italiane aumentano di anno in anno  e la figura degli Asacom (Assistenti all’autonomia e alla comunicazione) è diventata fondamentale per l’inserimento di questi nostri ragazzi con bisogni speciali. I sindacati dei lavoratori e associazioni condividono il progetto di legge n. 2887/2021 sull’internazionalizzazione degli assistenti all’autonomia e alla comunicazione ex art. 13 comma 3 legge 104/1992, iter parlamentare appena iniziato. E tutt’oggi -aggiunge il coordinatore politico di AZIONE nella città di Catania– questi lavoratori, il cui operato è di vitale importanza, si trovano con una posizione contrattuale che non li tutela: zero garanzie di continuità e minimi sindacali non rispettati (indennità di malattia, ferie, assenze degli assistiti, mensilità estive non  retribuite), peraltro spesso gestiti da cooperative che tendono a sfruttarli. Sulla scorta di questi dati -conclude Carmelo Finocchiaro, coordinatore cittadino di “AZIONE Catania”– non tolleriamo l’illegalità istituzionalizzata e auspichiamo che si faccia luce sulla problematica. A tal proposito, noi di Azione seguiremo da vicino lavori e audizioni attraverso i nostri gruppi parlamentari e comunque fino all’approvazione della legge”.