Cancro al seno: le ASP ripartono dagli screening

Ottobre, mese dedicato alla prevenzione del tumore della mammella nel sesso femminile, ha visto tra le iniziative di Enti ed Associazioni di volontariato, quella promossa dalle ASP Siciliane, con l’egida dell’Assessorato alla Salute della Regione Siciliana.

Domenica 24 ottobre dopo una campagna pubblicitaria svolta in ogni provincia, si è voluto creare un momento dedicato alle donne che non avevano mai fatto prevenzione attraverso l’effettuazione di una mammografia di screening.

Con lo slogan “Hai dimenticato di fare la mammografia, ti ASPettiamo” i centri provinciali di screening mammografico hanno accolto le donne di età compresa tra 50 e 69 anni che ne hanno fatto richiesta, inserendole nelle procedure dei programmi di screening.

Le varie sedi dello screening mammografico di ogni provincia, sia quelle fisse, sia quelle approntate su mezzi mobili, come il camper di villa Butera, alla Favorita di Palermo o quello di Milazzo, sono rimaste aperte nella giornata di domenica.

Sono state effettuate:

  • a Palermo        198 mammografie;
  • a Trapani          47;
  • ad Agrigento     80;       
  • a Caltanissetta  66;        
  • a Ragusa          35;         
  • a Enna              21;         
  • a Messina       196;        
  • a Catania          70.         

Un ulteriore significativo risultato ottenuto riguarda le decine di donne che, in ogni sede, hanno prenotato una mammografia per i giorni successivi a quelli dell’iniziativa, sommandosi alle agende già operative.

Il bilancio consuntivo di tale iniziativa è sicuramente dimostrativo. Associato alla normale ripresa delle procedure degli screening mammografici provinciali, dopo le difficoltà del periodo Covid, testimonia il buono stato di salute di tali programmi, presenti e attivi sul territorio che riescono a coinvolgere fasce sempre più ampie della popolazione siciliana, specie se si riesce a veicolarne l’attenzione e l’attrazione con specifici ed efficaci strumenti di comunicazione.