Ex Aras in bilico, coro unanime: “Assicurare continuità al servizio”

La recente audizione in terza commissione all’Ars, non placa gli animi della governance dell’Istituto Zootecnico Sperimentale per la Sicilia che torna alla carica sul futuro dei cosiddetti controllori funzionali dell’ex Aras, in forza presso l’Ente di via Roccazzo.


“Ci risiamo. Nell’imminenza della ormai prossima scadenza di contratto prevista a dicembre, dopo un anno di duro e qualificato lavoro – afferma Giovanni Siino, Presidente dell’Istituto – è necessario continuare ad assicurare questo servizio importantissimo a 1740 aziende zootecniche della Sicilia. Non possiamo permetterci il lusso che questa prestigiosa esperienza si concluda qui. Per queste ragioni, chiediamo al governo regionale di accelerare nella formulazione di una proposta che offra una concreta continuità a questi 37 operatori e nondimeno agli allevatori che beneficiano quotidianamente dell’attività svolta da questi professionisti. Sulla vicenda è intervenuto il parlamentare all’Ars Vincenzo Figuccia: “Chiediamo all’assessore al ramo di concretizzare l’impegno già assunto dal Governo regionale per premiare un lavoro eccellente svolto da questi tecnici della zootecnia.
In questi giorni proprio a voler mostrare vicinanza istituzionale e per fare il punto sulla questione, ci recheremo a Valledolmo presso alcune aziende della Regione periodicamente assistite, coadiuvate e verificate dai professionisti ex Aras dell’Istituto”.