Ospedale di Alcamo,a vuoto la VI Commissione. Palmeri: “Qualcuno vuole depotenziare o chiudere la struttura? Urgenti misure per garantire servizi e diritti”

Si è risolta per la seconda volta in un nulla di fatto la seduta della
VI Commissione dell’Assemblea Regionale che oggi, su richiesta della
deputata dei Verdi Valentina Palmeri, doveva affrontare i problemi
dell’ospedale di Alcamo “San Vito e Santo Spirito” alla presenza
dell’Assessore Regionale alla sanità Ruggero Razza.


Il rappresentante del Governo Musumeci non si è però presentato ai
lavori, né si sono presentati i tecnici dell’Assessorato, impedendo
quindi la discussione dei problemi della struttura, in particolare del
reparto di cardiologia.
Per Palmeri, “è difficile, se non impossibile, affrontare in questo
modo i problemi e cercare di risolverli, anche perché da parte
dell’ASP, per bocca del direttore sanitario Gioacchino Oddo presente
ai lavori, non sono state prospettate soluzioni affidabili nel medio
periodo, rimandando tutto a ipotetici concorsi che però, come già
visto in precedenza, rischiano di non risolvere nulla perché non si
facilita la scelta e la permanenza presso presto ospedale”.
“Quello che spiace è che a pagare le conseguenze di tutto questo siano
i cittadini che vedono depotenziata la sanità nel proprio territorio,
insieme agli operatori del presidio, costretti a fare turni estenuanti
pur di garantire un servizio, senza alcun giorno libero”.
La deputata dei Verdi sottolinea che “tutto questo sta comportando un
ulteriore depotenziamento di un nosocomio, ubicato in un comune di
quasi 50.000 abitanti, che serve utenti anche dei comuni limitrofi e
della provincia di Palermo”.
Da qui, le considerazioni di Palmeri che afferma che “è lecito
chiedersi a questo punto se ci sia effettivamente la volontà politica
di risolvere il problema, ad esempio, nelle more del concorso,
trasferendo medici dai reparti ambulatoriali di altri ospedali
trapanesi, o se stiamo assistendo ad una chiusura non apertamente
dichiarata.”
“Quel che è certo – conclude la deputata dei Verdi – è che il Governo
della Regione è assente; un pessimo segnale che sembra in continuità
con il passato che ha visto continui depotenziamenti della sanità ad
Alcamo per mere scelte politiche.”