PNRR: cos’è e su quali ambiti interviene

Ammontano a circa 235 miliardi di euro le risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.: uno strumento per sostenere l’economia nella ripresa economica post-pandemia ed un’occasione importante per affrontare annose questioni strutturali che caratterizzano il Bel Paese, a partire da quelle infrastrutturali.

Sei le linee d’azione.

La prima è quella che riguarda “Digitalizzazione, Innovazione, Competitività, Cultura e Turismo” per la quale sono stati stanziati quasi 50 miliardi di euro che potranno essere utilizzati per dare una nuova spinta verso il digitale in varie forme e contesti e migliorare l’efficienza dei servizi della Pubblica Amministrazione. Un’attenzione particolare sarà dedicata ad ambiti fondamentali per l’Italia come il turismo e la cultura.

Quasi 70 miliardi sono invece dedicati ad un altro obiettivo del PNRR: “Rivoluzione Verde e Transizione Ecologica”. Economia circolare ed efficienza energetica sono le parole d’ordine di questa mission che mira a dare al Paese un’impronta più sostenibile.

31,46 miliardi saranno inoltre utilizzati per “Infrastrutture per una Mobilità Sostenibile”. Si tratta di fondi con cui si potrebbe intervenire sulla rete ferroviaria del Paese.

All’ambito “Istruzione e Ricerca” sono riservati quasi 32 miliardi di euro mentre altri 30 miliardi circa serviranno a stimolare lo sviluppo di “Inclusione e Coesione”.

Ultimo obiettivo è “Salute”: 20 miliardi di euro sono destinati al miglioramento del servizio sanitario e sviluppare la medicina di prossimità.