Volley, serie A2: Sigel Marsala esce sconfitta a testa alta per mano di Balducci Macerata

Il campo da gioco del PalaBellina tradisce anche in questa occasione le giovani azzurre di casa. Per il 7°turno di andata nel girone “A” Macerata, con non pochi patemi d’animo, riesce a concludere in tre set la sua partita sul complesso rettangolo rosa di serie A come quello del PalaBellina e incamerare così tre punti preziosi in chiave alta classifica. Verrebbe messo fuori strada chiunque si è voluto concentrare sul solo risultato finale e concepisca ed etichetti lo 0-3 come “inequivocabile” in quanto la cronistoria della gara è ampia e molteplici possono essere gli spunti di riflessione. Rispetto a ciò che erroneamente si poteva pensare alla vigilia, in questo scontro diretto è scaturita una gara che si è dimostrata tranquillamente all’altezza delle lilybetane capaci con vere e proprie fiammate di mettere alle strette e sotto torchio per larghi tratti di seconda e terza frazione il valente avversario di giornata. Un paio di episodi penalizzanti e qualche sbavatura specie in difesa pagata cara accompagnati dal maggiore cinismo fatto valere da Macerata, hanno poi fatto il resto. Così i parziali giocati al PalaBellina: [17/25; 29/31; 23/25]. Premio MVP, questa volta a cura di Cantine Caruso & Minini, ritirato dall’opposto “a stelle e a strisce” Okenwa, la quale è stata top-scorer dell’incontro con 21 timbri, seguita dall’altra attaccante azzurra Aurora Pistolesi con lo score personale che recita 14 punti. A far da contraltare, si segnalano i 15 punti di Polina Malik tra le fila avversarie. Altra nota di colore è stata la presenza sugli spalti per assistere alla partita di 20 giovani corsisti aspiranti arbitri facenti parte della Fipav Trapani, accompagnati dal responsabile Diego Lonardo.

Starting-six:

La Balducci Macerata non può disporre di un importante elemento come Peretti in regia e Paniconi, head-coach delle marchigiane, in campo si presenta con le seguenti diagonali: Ricci/Malik; Fiesoli/Michieletto; Martinelli/Pizzolato; libero Bresciani.

La Sigel Marsala si schiera con la formazione-tipo: Scacchetti/Okenwa; Pistolesi/Panucci; Parini/Caserta. Il libero è Gamba.

La Cronaca:

Parte a spron battuto Macerata: 0-3 per effetto dei segni di Malik e doppio ace della regista Ricci. Ricuce lo strappo creato la Sigel pazientemente. Prima con un punto di Okenwa poi con Caserta, errore in attacco di Malik e Pistolesi in diagonale: 4-4. Macerata è abile a firmare un altro sostanziale break portandosi grazie ai punti di Fiesoli, doppio Malik ed errore di Okenwa sul 5-9 e time-out della panchina di Marsala. Al ritorno in campo, errore dal servizio ospite. La Sigel di tutta risposta fa rispettare un controbreak con un turno al servizio riuscito di Caserta autrice pure di un ace e corroborato dai punti di Pistolesi e si torna in parità: 11-11. Incassato il break, si abbatte come un ciclone la maggior forza e la maggior esperienza di Macerata. La catena di difesa Bresciani-Fiesoli tiene e l’attacco risponde e così si crea il nuovo allungo (+7) ospite: 11-18. In seguito ci pensano Michieletto, Martinelli e Malik a mettere in ghiaccio il set: 15-24. A tenere in vita il set per la Sigel è capitan Panucci con una bella parallela vincente e conseguente punto in battuta: 17-24. Poi un errore in attacco di Pistolesi dà il primo gioco definitivamente alla Balducci Macerata: 17-25.

A portarsi avanti nelle battute iniziali è Marsala: 5-1 con principale finalizzatrice Jessica Panucci. La formazione ospitata avrà modo di recuperare e mettersi davanti nel punteggio in avvio con Martinelli e Malik autrici dei punti della prima rimonta: 8-9.  Ma a partire dal 9-9 e dopo un punto di Marsala, si rivela proficuo il turno al servizio di Chiara Scacchetti che rimarrà a ripetere dalla linea dei nove metri la battuta per cinque volte successive, mettendo in seria difficoltà la ricezione di Alessia Fiesoli destinataria dei palloni inviati dalla Scacchetti. Così Paniconi sul 15-11 si vede costretto a sostituire la banda fiorentina ex Trento e Pinerolo e inserire al suo posto Ghezzi, scuola Volleyrò CdPazzi. Sul 19-19 errore al servizio di Panucci. Ad un nuovo segno di Macerata quello del 19-20, coach Davide Delmati si serve del timeout e arresta il gioco. Tocco di seconda efficace sull’altra metà campo di Scacchetti, attacco in pallonetto di Pistolesi ad eludere il tentativo del muro avversario e Okenwa da posto due con una precisa diagonale in seconda linea ed è 22-22 e timeout chiesto da Paniconi. La Sigel si aggrappa in questo finale ai punti di Okenwa che vale il testa a testa ai vantaggi (in uno di questi accesi scambi entra Vaccaro per Parini). Dopo un punto a punto sfiancante e difese in gran spolvero, a spuntarla sono le marchigiane per 29 a 31.

Il terzo set segue almeno nelle battute iniziali lo stesso andazzo di quello chiuso precedentemente. In campo nel sestetto di Macerata resta Martina Ghezzi, schiacciatrice del 2001. La Sigel scatta fuori dai blocchi presto con i punti di Pistolesi e Okenwa: 4-1. Addirittura la Sigel Marsala incrementa il vantaggio accumulato in due occasioni: 10-5 e 12-6. Sul 16-14 Delmati sostituisce Scacchetti per far entrare Ferraro. Episodio thrilling sul 17-15 con Ferraro che nel momento dell’alzata le viene ravvisato un fallo di doppia dall’arbitro di sedia Giorgia Adamo. Sul 17-16 conseguente punto in parallela di giustezza di Aurora Pistolesi. Nonostante il finale incerto con una visibile crescita ospite, la Sigel macina fino al 23-19 (entra Ristori Tomberli per Panucci appositamente per andare ad effettuare il servizio con il cambio chiuso qualche istante in avanti), poi il vantaggio acquisito, spiacevolmente, viene diradato e subisce il ritorno di Macerata che fa valere la maggiore sicurezza e il buon momento ritrovato e si aggiudica set, partita ed incontro con alcuni guizzi delle sue attaccanti in volata per 23-25.

Si arresta nuovamente il cammino in campionato dopo aver festeggiato per una affermazione esterna all’ultimo respiro proprio non più tardi di otto giorni fa. Ma per stessa ammissione della nostra guida tecnica intercettato in zona mista si è trattata della esibizione più convincente tra tutte alla quale la Sigel Marsala si è  fino ad oggi si è in termini di prestazione complessiva, la condotta e al modo della squadra di essere stata in campo. Essendo la quasi totalità del roster interpreti giovani, come si suol dire, in occasioni come queste “l’esperienza insegna“. Ripartire da alcune consapevolezze acquisite per affrontare ancora tra le mura amiche la sera di mercoledì la Hermaea Olbia in infrasettimanale con il piglio giusto.

Interviste post/gara:

Luca Paniconi, coach della Balducci Macerata, è molto soddisfatto del risultato maturato in questo scontro diretto:

Siamo stati bravi a chiudere in tre set con le nostre qualità e i punti di forza che tutti nella categoria ci riconoscono e contenere le uscite offensive di Marsala. La abbiamo vinta non facendo protrarre oltre la partita, se mi si passa il termine, ove possibile anche con punti non diretti, ma con i cosiddetti “attacchi sporchi” come per esempio il muro e fuori perchè in un eventuale quarto set poteva uscire fuori lo spirito di Marsala che ben conosciamo. Abbiamo fatto una gran prestazione nell’infuocata casa di un sestetto giovane ma dalla grande vivacità“.

Si è presentato ai microfoni Davide Delmati, primo allenatore della Sigel Marsala, il quale ha avuto parole d’elogio per la prestazione complessiva della squadra:

Nonostante il punteggio finale ci abbia condannati alla sconfitta e perdere non fa mai piacere, non dobbiamo ignorare la prestazione compiuta dalle mie atlete nel secondo e nel terzo set li reputo i migliori fin qui di questo primo nostro scorcio di stagione. Mi auguro che questo non venga cancellato dal risultato del campo venuto fuori oggi, considerando che comunque ci siamo misurati con una squadra attrezzata e pronta come ha dimostrato di essere Macerata. Per il nostro presente è necessario che si riparta da quanto fatto vedere negli ultimi due giochi contro le marchigiane”.

Tabellino. Sigel Marsala-CBF Balducci Macerata: 0-3 [17/25; 29/31; 23/25]

Sigel Marsala: Caserta 6, Panucci 8, Okenwa 21, Scacchetti 2, Gamba (L), Parini 3, Pistolesi 14, Ferraro 1, Vaccaro, Ristori Tomberli. D’Este ne, Patti ne. Coach: Davide Delmati; vicecoach: Marco Lionetti

CBF Balducci Macerata: Michieletto 13, Ricci 2, Pizzolato 6, Martinelli 4, Fiesoli 2, Malik 15, Bresciani (L), Ghezzi 6, Gasparroni, Cosi 3. Stroppa ne, Peretti ne. Coach: Luca Paniconi; vicecoach: Michele Carancini.

Arbitri: Giorgia Adamo di Roma e Giovanni Ciaccio di Altofonte (Palermo)

Spettatori: 160 circa