Un applauso a Pogliese per la nuova spartizione di poltrone nella sua giunta

Mentre Catania affonda nel degrado, sommersa dalla spazzatura, ed i cittadini pagano le aliquote più alte per servizi quasi inesistenti, il sindaco che fa? Cambia assessori solo per “l’alta motivazione” di onorare l’impegno preelettorale assunto con i partiti.

Che dire poi della dichiarazione dell’ormai ex assessore Cantarella, il quale si mostra amareggiato per aver dovuto abbandonare la sua poltrona, che forse sperava di mantenere a vita perché, a suo dire, Pogliese dovrebbe essere grato a Salvini per i fondi assegnati a Catania? Cantarella, ad onor del vero, omette di dire che il ringraziamento dovrebbe essere rivolto non alla Lega, ma a tutta la deputazione catanese del M5s, all’impegno della vice ministra Laura Castelli e al costante lavoro portato avanti per più di un anno nelle commissioni. E’ solo merito del MoVimento 5 Stelle se, nel 2019 durante il governo Conte, la nostra città è stata salvata con il Decreto crescita. 

“Bravo sindaco Pogliese, un applauso per aver portato a compimento l’impegno preelettorale assunto, non quello verso i cittadini, di cui non si vede traccia, ma quello ben più ‘importante’, che riguarda la spartizione delle poltrone. Il dovere di un sindaco è solo uno: garantire servizi efficienti ed il benessere dei propri cittadini, non poltrone. Noi consiglieri del M5s non possiamo fare altro che constatare il continuo fallimento dell’amministrazione Pogliese, ma garantiamo ai cittadini che continueremo, sempre con più forza, con l’impegno e con la correttezza che ci distinguono, ad operare in modo vigile nell’esclusivo interesse di tutti i catanesi” dichiara il capogruppo Giuseppe Fichera.

Il Gruppo consiliare del M5s