Mazara, arrestato il romeno che trascinò il cane legato al furgone: trovato in possesso di altre armi

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Mazara due hanno tratto in arresto nella flagranza dei reati di detenzione abusiva di armi e munizioni, armi clandestine e alterazioni di armi, G. D. M. romeno classe 77, residente da anni in provincia.

L’uomo, in atto sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di Mazara per fatti precedenti, quando lo scorso luglio era stato arrestato dopo aver pubblicato sui social materiale foto video con una pistola in pugno e mentre trascinava un cane legato al furgone tramite una corda. Nell’occasione oltre al maltrattamento di animali è stato contestato dai Carabinieri l’illegale detenzione di armi e munizioni clandestine, armi alterate illegalmente detenute.

Vista la particolare dedizione verso le armi e le munizioni e la bravura nel modificarle o in alcuni casi a costruirle del tutto i Carabinieri della Compagnia di Mazara del Vallo hanno eseguito una perquisizione che ha permesso di rinvenire, ben occultate sotto un divano,    2 armi da fuoco artigianali clandestine e 6 cartucce calibro 12.

Tratto in arresto in flagranza e ultimati gli atti di rito, dopo aver posto sotto sequestro le armi clandestine, il malvivente veniva posto ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida fissata per la mattinata odierna.