Agira, messa in sicurezza della periferia sud

Agira (En). Sono state già completate tre delle cinque gabbionate lungo le pareti rocciose che minacciano la periferia sud del paese: le strutture, riempite con pietrame locale e alte fra i due e i tre metri, servono a contrastare lo scivolamento del terreno su un fronte di 230 metri. Avviata anche la pulizia dei pendii sui quali i rocciatori devono rimuovere le porzioni pericolanti più piccole, stabilizzare i massi voluminosi e collocare, infine, le reti d’acciaio su una superficie complessiva di circa 6.300 metri quadrati. I lavori sono stati finanziati per un importo di 596 mila euro dall’Ufficio contro il dissesto idrogeologico guidato dal governatore Nello Musumeci. La fine degli interventi è prevista per il prossimo mese di giugno. Tutte le opere vengono eseguite sotto la sorveglianza di un archeologo, considerata la particolarità dell’area.