Mazara. Restauro “a cantiere aperto” di opere tessili al Museo diocesano

Nella sala degli argenti del Museo diocesano di Mazara del Vallo si è tenuta una sessione di restauro “a cantiere aperto” con Maria Stragapede, formatasi presso il prestigioso Opificio delle Pietre Dure di Firenze. La restauratrice ha lavorato su un piccolo gruppo di preziosi manufatti del Museo: una pianeta di età manierista, completa della sua stola, e la mitra del Vescovo Giuseppe Stella (1742-1758). «I parati liturgici rivestono una notevole importanza nel percorso espositivo del Museo – spiega la direttrice Francesca Massara – dal manufatto più antico, la pianeta in restauro, con rigogliosi e pittoreschi decori, alla mitra Stella, animata dallo stemma vescovile: due leoni rampanti, una cometa, un giglio e una stella». L’iniziativa “Percorsi di restauro al Museo Diocesano” si è svolta dopo le sessioni degli anni passati, in cui sono stati ospitati stage specialistici e cantieri dell’Università del Palermo e del Centro di restauro, con progetti inerenti a importanti manufatti del Museo.