mercoledì, Maggio 18, 2022
HomeSalute & BenessereConferenza cittadina: “Prendersi cura è democrazia: il futuro dell’ospedale di Alcamo”

Conferenza cittadina: “Prendersi cura è democrazia: il futuro dell’ospedale di Alcamo”

Il Comitato “Alcamo32”, dal dicembre scorso, cerca di tenere civicamente alta l’attenzione sulle sorti del nostro ospedale che negli anni è stato privato dei reparti di pediatria, ortopedia, ostetricia e ginecologia, a cui presto si potrebbe aggiungere la cardiologia, ridotta a soli tre medici. 

La grave crisi di organico negli altri reparti di medicina, urologia, pronto soccorso, psichiatria, completano un quadro tutt’altro che lusinghiero. 

La nostra azione è iniziata il giorno di Natale del 2020 alla notizia del “momentaneo” spostamento, con dubbie motivazioni legate all’emergenza pandemica, di nostri cardiologi in altri ospedali e con le connesse rassicurazioni che nel giro di poco tempo sarebbero rientrati ad Alcamo. 

Cosa che puntualmente non si è verificata, minando ulteriormente la credibilità nelle stesse autorità sanitarie. Il personale sotto organico, attualmente presente nel nostro ospedale, fa il possibile per assicurare un servizio dignitoso al territorio di Alcamo, che comprende anche i cittadini di Castellammare, Calatafimi, Camporeale, Balestrate. 

Ovviamente le situazioni di sovra carico lavorativo spesso si tramutano in stress ed in tensioni con l’utenza che, paradossalmente, mettono in cattiva luce il personale ed il nosocomio, evidentemente con lo scopo di indurre l’utenza a pensare che sarebbe meglio non averlo un ospedale che averlo in queste condizioni. 

Noi al contrario riteniamo che le persone che vi operano devono essere messe in condizione di lavorare con serena professionalità e che il servizio ospedaliero vada migliorato e non soppresso. 

Per tale motivo ci rivolgiamo direttamente ai nostri cittadini, perché diventino protagonisti del futuro che si sta negando loro, ed affinché si possa fare luce su questa oscura vicenda, ridando dignità ad un territorio che, a nostro avviso, meriterebbe ben altra attenzione.

I relatori saranno l’On. Claudio Fava, Presidente della Commissione d’inchiesta e vigilanza sul fenomeno della mafia e della corruzione in Sicilia dell’Assemblea Regionale Siciliana, il quale affronterà il tema della “Sanità, diritto o favore?” 

L’On. Regionale Valentina Palmeri si soffermerà sulla questione dell’ “Ospedale di Alcamo, sua centralità nel Golfo e necessità territoriali”

Per il Comitato “Alcamo32”, dopo l’introduzione del Dott. Enzo Borruso, già primario del reparto di Cardiologia, e i saluti del Sindaco di Alcamo, interverrà il Prof. Vito Emilio Piccichè con un tema che vuole andare in profondità sui mali che affliggono l’ospedale, paradigma di una comunità in rapido declino ma speranzosa di invertire presto la rotta e dare respiro soprattutto alle nuove generazioni. Il titolo del suo intervento sarà significativamente “…liberaci dal male! La burocrazia come limite, il prenderci cura della Polis come necessità”

Hanno dato conferma della loro presenza i Sindaci del territorio che introdurranno nel dibattito i loro stessi concittadini cittadini. Particolarmente significativa sarà alla testimonianza di un cardiopatico il Dottore Carlos Serrano. 

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments