Salemi, il Comune chiede lo stato di emergenza per i danni subiti dal maltempo

Il Comune di Salemi chiede alla Regione Siciliana la dichiarazione dello stato di emergenza per i danni provocati alle infrastrutture e alle proprietà private dall’eccezionale ondata di maltempo del 10 e 11 novembre. La Giunta, guidata dal sindaco Domenico Venuti, ha approvato la delibera che chiede anche l’individuazione degli interventi e delle risorse necessarie “per affrontare e superare” lo stato di crisi provocato dalle condizioni meteorologiche avverse di tre settimane fa.

L’amministrazione comunale di Salemi, che il giorno successivo al nubifragio ha emesso un avviso per la segnalazione da parte dei cittadini dei danni subiti, chiede inoltre alla Regione di avviare “le opportune interlocuzioni istituzionali con le autorità statali per assicurare il concorso materiale, strumentale e finanziario nella gestione dello stato di crisi”.   

L’ondata di maltempo del 10 e 11 novembre ha causato danni a fondi privati, strade rurali e colture agricole, oltre che frane, smottamenti e allagamenti di edifici. Le piogge intense, inoltre, hanno provocato l’interruzione della strada statale 188 Salemi-Marsala dal trentesimo al trentatreesimo chilometro.