Catania, un nuovo approccio mediterraneo nella lotta alle malattie infettive

Il Convegno si svolgerà il 9 e il 10 dicembre 2021 e vedrà la partecipazione di personalità nazionali e internazionali di spicco del mondo della Medicina, della Sanità e della Politica. I Lavori saranno aperti giovedì 9 alle ore 16 dal Rettore Francesco Priolo e dal Presidente della Regione Nello Musumeci.

Il Covid-19 ha avuto un impatto devastante sulla nostra società e sull’economia mondiale, riportando bruscamente il tema della salute pubblica al centro dell’agenda politica. Ha soprattutto riportato all’attenzione dei decisori l’importanza di fare una riflessione più ampia sull’approccio generale alle patologie trasmissibili, non solo rispetto al proprio paese di appartenenza, ma anche riguardo a contesti più ampi come quello mediterraneo. Per contribuire ad affrontare meglio tutte queste tematiche CerpMed (Centro Studi e Ricerche sulle Relazioni Pubbliche nel Mediterraneo) ha organizzato un convegno dal titolo “Le malattie infettive nell’area Mediterranea: criticità e opportunità in una realtà di frontiera” che si terrà a Catania dal 9 al 10 dicembre 2021, nella sede dell’Università degli Studi di Catania in piazza Dante.

Il Convegno, organizzato da CerpMed e patrocinato da Presidenza Regione Siciliana, Istituto Superiore di Sanità, Università degli Studi di Catania, Anci, Federsanità, Rai per il Sociale, Simit Società Italiana Malattie Infettive e Tropicali, ARNAS Garibaldi, FIMGG Federazione Italiana Medici di Famiglia, con il contributo incondizionato di Gilead Sciences, vedrà la partecipazione di personalità nazionali e internazionali di spicco del mondo della Medicina, della Sanità e della Politica.

I lavori saranno aperti giovedì 9 dicembre 2021 alle ore 16 dal Presidente di CerpMed Amanda Jane Succi, dal Magnifico Rettore dell’Università di Catania Francesco Priolo e dal Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. 

Seguiranno nello stesso pomeriggio e anche il giorno dopo, venerdì 10, una serie di tavole rotonde con la partecipazione di personalità nazionali e internazionali di spicco del mondo della Sanità, della Medicina e della Politica come: Hahan Abiabid, Ahmed Alaruusi, Angelo Aliquò, Balkis Ben Gaga, Renato Bernardini, Bruno Cacopardo, Paola Carruba, Daniela Cirillo, Valentino Confalone, Fabrizio De Nicola, Antonio Decaro, Haider El Saeh, Tiziana Frittelli, Mohamed Furjani, Massimo Galli, Domenico Grimaldi, David Lazzari, Francesca Lecci, Hussein Othman, Anna Teresa Palamara, Claudio Pulvirenti, Gianni Rezza, Francesco Santocono, Silvestro Scotti, Daniela Segreto, Marcello Tavio, Mario Zappia.

Chiuderà il convegno, venerdì 10, alle ore 17, l’assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza.