Presentazione del libro “Palermo in cartolina” di Giulio Pericone: doppia data a Palermo

Un catalogo d’arte sulla Palermo versione cartolina. Ma d’artista. In libreria dal 9 dicembre, il nuovo libro di Giulio Perricone“Palermo in cartolina”, edito dalla Dario Flaccovio Editore. Presentazione in anteprima, giovedì 9 dicembre, alle 17, al Parco Villa Filippina (piazza San Francesco di Paola, 8). Insieme all’autore, intervengono Felice Cavallaro, giornalista, e Maria Antonietta Spadaro, architetto e storico dell’arte. 

Seconda data di presentazione, martedì 14 dicembre, alle 18, alla libreria Mondadori Point di via Mariano Stabile, 233. Intervengono Eliana Calandra, dirigente del Sistema bibliotecario e archivistico del Comune di Palermo e Bepi Lima, giornalista.

Il libro:

Il collezionismo a Palermo ha un punto di riferimento ineludibile: per qualunque ricerca iconografica sulla città, luoghi, personaggi e quant’altro non si può sfuggire dall’attingere agli archivi di Giulio Perricone, il quale ha ereditato la passione del collezionare dal padre, l’architetto Ugo Perricone Engel (Palermo 1905-1985).

Palermo in cartolina di Giulio Perricone è il primo catalogo che riunisce artisti, grafici e illustratori di tutto il mondo, che dipinsero Palermo in bozzetti per la stampa di cartoline, e artisti palermitani che hanno utilizzato la loro matita, o la penna o il pennello per esternare, sempre sulla cartolina illustrata, il loro senso artistico e l’incanto per la città. Il catalogo è composto dalle schede degli illustratori, in ordine alfabetico, con una biografia e le loro opere riprodotte a colori. Per risentire l’eco diquei tempi in cui pochi centimetri quadrati di carta significavano emozioni, movimenti, veri e propri viaggi e suggestioni a misura di cassetto, da custodire gelosamente.

L’autore

Giulio Perricone, classe‘47, già dirigente della Sicilcassa e del Banco di Sicilia, è presidente dell’Unione Filatelica Siciliana da 12 anni. Le sue collezioni di storia postale, dedicate a Palermo e alla Sicilia, sono state esposte in Italia e all’estero. Dal 1982 ha organizzato anche varie mostre di cartoline d’epoca. Numerosi i suoi articoli sul collezionismo apparsi su riviste locali e nazionali.