Mazara: riscossione coattiva Tari anni precedenti

Con due distinte determine dirigenziali del settore “Gestione delle Risorse”, l’amministrazione comunale interviene sulla riscossione coativa della Tari.


In particolare la determinazione dirigenziale n. 2868/2021 prevede la prosecuzione del servizio avviato nei mesi scorsi con la ditta ASSIST S.p.A. con sede in Beinasco (TO), per un importo di € 81.359,00, oltre I.V.A. di legge al 22% per  “l’attività di riscossione coattiva del tributo TARI riferito al recupero delle intere annualità pregresse 2016 e 2017 per importi superiori ad € 800,00 e per tutte le categorie e fasce di utenza (utenza domestica e non domestica), nonché a porre in essere altre azioni di recupero crediti da estendere anche alle successive annualità e in riferimento agli avvisi di accertamento già divenuti definitivi ed esecutivi.
Con la determinazione n. 2867/2021 si attivano le procedure per il servizio alla “Riscossione coattiva della Tari”  tramite accertamento esecutivo o ingiunzione fiscale delle entrate non riscosse TARI annualità 2014 e 2015 con attività di supporto agli uffici comunali mediante affidamento diretto tramite Mepa alla ditta M.T. S.p.A di Santarcangelo di Romagna per un importo di € 138.500,00, oltre I.V.A. di legge al 22%.