giovedì, Maggio 19, 2022
HomeAmbienteSalemi. A rischio il servizio di igiene ambientale a causa di un...

Salemi. A rischio il servizio di igiene ambientale a causa di un inghippo burocratico

Macaddino (Uil Trasporti): “Trovare subito soluzione per salvare 20 lavoratori” 

Il servizio di igiene ambientale rischia di bloccarsi a Salemi a causa di un inghippo burocratico nel passaggio dalla commissariata società Energetica Ambiente alla società che ha vinto l’appalto, la Formula Ambiente Spa, con il rischio di lasciare a casa per un tempo imprecisato venti lavoratori.

A denunciarlo è il segretario della Uil Trasporti Trapani Giorgio Macaddino.

“Questa mattina – afferma Macaddino – in rappresentanza della Uil Trasporti sono stato nel cantiere di igiene ambientale di Salemi che da adesso si trova in una grave situazione di empasse che ci auguriamo possa essere risolta al più presto. Com’è noto, la società che fino ad oggi ha gestito la raccolta e lo smaltimento in diverse città della provincia di Trapani, l’Energetica Ambiente, essendo da tempo commissariata è stata sottoposta da tre commissari a procedura di liquidazione con giusta gestione di concordato fallimentare che a portato alla cessione dei rami d’azienda secondo giusto accordo sindacale. Alla Energetica Ambiente sono subentrate le società Formula Ambiente Spa e la Green link Srl, che gestiranno diverse parti del territorio italiano”.

Formula Ambiente Spa si è già insediata in provincia di Trapani con il passaggio dei lavoratori sia a Trapani, sia a Marsala. Il problema sorge tuttavia a Salemi.

“Nel caso del comune di Salemi – continua Macaddino – è nato un inghippo burocratico poiché qui l’Energetica Ambiente svolgeva il servizio in Consorzio con la società Pianeta Ambiente, e adesso la Formula Ambiente si trova a non poter subentrare in questo consorzio. È assurdo che nessuno abbia pensato a questo problema, neppure il comune di Salemi che fino ad oggi ha sempre gestito l’igiene ambientale in maniera impeccabile. Mi domando, dunque, cosa succederà adesso al servizio nel comune di Salemi, ma soprattutto cosa ne sarà dei 20 lavoratori in cessazione al 31 gennaio”.

Una soluzione, secondo Macaddino, potrebbe esserci: “Abbiamo registrato – spiega – da parte del Consorzio la disponibilità ad assumersi l’intero incarico, anche se manca meno di un mese per organizzarsi. Ci auguriamo, dunque, che le parti in gioco possano trovare un accordo corretto in tempi celerissimi affinché da un lato non si blocchi un servizio essenziale per il decoro e la pulizia della città, dall’altro non vengano lasciati senza lavoro venti persone e di conseguenza venti famiglie. Confidiamo – conclude Macaddino – che entro lunedì si arrivi a una soluzione per il bene di tutti gli attori coinvolti, lavoratori e cittadinanza”.

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments