Part-time al Comune di Palermo, sindacati convocati in Prefettura

“Revocato sit-in, ma subito aumento ore nel piano di riequilibrio”

Si è tenuto questa mattina in Prefettura un
incontro con le organizzazioni sindacali sulla vertenza dei lavoratori
part-time del Comune di Palermo; al termine della convocazione,
richiesta ieri, i sindacati hanno revocato il sit-in previsto per
questo pomeriggio a piazza Pretoria.
“Ringraziamo la Prefettura per averci convocato in meno di 24 ore e
per l’attenzione nei confronti di una vertenza così importante –
dicono Lillo Sanfratello (Cgil Fp), Mario Basile e Margherita Amiri
(Cisl Fp), Ilioneo Martinez e Salvatore Sampino (Uil Fpl) e Nicolò
Scaglione (Csa-Cisal) – L’aumento delle ore dei lavoratori part-time e
la stabilizzazione di 103 precari Asu non sono più rinviabili: il
personale è ridotto all’osso, siamo al dissesto funzionale e a pagarne
le conseguenze sono i cittadini che non ricevono i servizi a cui
avrebbero diritto. Abbiamo accolto l’invito a rinviare il sit-in
previsto per questo pomeriggio anche per l’emergenza pandemica in
atto, ma ribadiamo la nostra richiesta di inserire da subito i
necessari correttivi nel piano di riequilibrio senza rinviarli alle
calende greche. La Prefettura ha assicurato il suo impegno
nell’affrontare una vertenza su cui aggiorneremo i lavoratori nel
corso di un’assemblea telematica che si terrà giovedì alle 17.30, non
ci fermeremo finché non avremo risposte chiare e certe”.