sabato, Luglio 13, 2024
HomeEconomiaLavoroIl sistema dei pagamenti del Personale ASU ristagna nella palude dell’inefficienza organizzativa...

Il sistema dei pagamenti del Personale ASU ristagna nella palude dell’inefficienza organizzativa della macchina regionale

Il sistema dei pagamenti del Personale ASU si trova insabbiato nella palude dell’inefficienza organizzativa della macchina regionale, in particolare del Servizio I del Dipartimento del Lavoro di Via Praga, deputato ad emettere i relativi decreti e mandati di pagamento, mai emessi nei tempi previsti. Adesso la misura è colma ed è per questo motivo che le scriventi Organizzazioni Sindacali chiedono, al Dirigente Generale responsabile del medesimo Dipartimento, la rimozione del dirigente responsabile e di affidare all’esterno un’attività che non è stata mai in grado di assolvere nei tempi dovuti.

La burocrazia regionale è riuscita, con la sua scellerata organizzazione, di mancata programmazione delle attività da svolgere, di continui, infiniti e inventati controlli documentali, a declassare il Personale ASU rispetto ad altro personale, come personale di categoria inferiore visto che ogni mese è l’unico personale a non percepire mai il sussidio come altro personale egualmente gestito e pagato dallo scellerato Servizio I.

A proposito del sussidio non possiamo non rimarcare che è un’autentica elemosina, persino inferiore al reddito di cittadinanza; su questo aspetto la politica non può girarsi dall’altra parte, anzi preannunciamo uno specifico comunicato successivo ad hoc.

Vogliamo ricordare a tutti i soggetti della burocrazia regionale che il Personale ASU in moltissime realtà sopperisce totalmente alle carenze di organico laddove questo opera ed è denigrante per tantissimi lavoratori non essere remunerati e attendere, giorno dopo giorno, mentre qualcuno continua a giocare con il loro malessere aggravando sempre più la loro esistenza.

È arrivato il momento di dire basta! È arrivato il momento che si intervenga per mettere la parola fine a questo vergognoso comportamento se non si vuole essere conniventi con un sistema che deve essere rivoltato come un calzino.

Se entro oggi, venerdì 1 aprile, non saranno emessi i decreti con i relativi mandati di pagamento in favore del Personale ASU, le scriventi Organizzazioni Sindacali avvieranno una serie di manifestazioni sotto il dipartimento del lavoro e non cesseranno fino a quando i responsabili di questa annosa vicenda non saranno rimossi e mandati ad altro lavoro.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

ULTIME NEWS