domenica, Luglio 14, 2024
HomePolitica Palermo: progetti del Corpo europeo di solidarietà

 Palermo: progetti del Corpo europeo di solidarietà

Anche Palermo ospita i progetti del Corpo Europeo di Solidarietà,
l’ultimo arrivato fra i programmi comunitari per i giovani e le
politiche giovanili, che si è affiancato al più noto
Erasmus+/Gioventù.
Fra i progetti realizzati a Palermo, che coinvolgono volontari
stranieri fra i 18 e i 30 anni per un periodo che può variare da 2 a
12 mesi, spiccano “Palermo Pura” realizzato da HRYO e “Giovani
internazionali, giovani attivi e solidali” realizzato
dall’associazione San Giovanni Apostolo insieme a InformaGiovani.
Si tratta di due progetti che uniscono i temi della partecipazione,
dell’inclusione e dei diritti di cittadinanza dei giovani, gli stessi
temi al centro della festa che al MAXXI di Roma si sta celebrando per
il 15° compleanno dell’Agenzia Nazionale per i Giovani, che nel nostro
paese coordina i due programmi e nel cui Direttivo è anche la
palermitana Daniela Tumbarello.

“Sono progetti concreti – spiega Tumbarello – che danno ai giovani
l’opportunità di vivere l’Europa da protagonisti, di partecipare ad
attività di volontariato all’estero e ai Progetti di solidarietà a
livello locale, allo scopo di costruire una società più inclusiva, di
aiutare persone vulnerabili e di rispondere ai problemi sociali della
nostra società.
Come detto, alcuni di questi progetti vengono realizzati anche nella
nostra città: “Palermo Pura” è un’iniziativa che coinvolge i cittadini
che volontariamente realizzano piccoli interventi di pulizia e
riqualificazione degli spazi pubblici e verdi della città. L’obiettivo
è quello di sensibilizzare al rispetto e alla cura dell’ambiente,
diventando parte attiva di un cambiamento di prospettiva soprattutto
in relazione alla gestione dei rifiuti.
Un altro progetto è quello gestito nel quartiere del CEP, ormai da
oltre 7 anni, dall’associazione InformaGiovani e l’Associazione San
Giovanni Apostolo. Qui i volontari internazionali sono coinvolti nelle
attività del centro giovanile attivo nel quartiere, supportando
iniziative di sviluppo comunitario a favore di bambini, giovani e
famiglie.

“La presenza di giovani stranieri all’interno delle nostre
associazioni attive nei quartieri – prosegue Tumbarello – ha permesso
di introdurre una dimensione internazionale e un elemento di
interculturalità e curiosità verso i programmi europei, ai quali
sempre più giovani palermitani sono interessati.”
“La festa del compleanno dell’Agenzia nazionale – conclude Tumbarello
– è un’occasione fondamentale per condividere riflessioni sul ruolo
che le politiche giovanili possono avere nella costruzione di
opportunità dedicate ai ragazzi e alle ragazze.
Un’occasione che nella nostra città si ripeterà fra pochi giorni con
il “Neet tour” che vedrà la presenza a Palermo anche della Ministra
per le politiche giovanili Fabiana Dadone e della Direttrice
dell’Agenzia nazionale Lucia Abbinante.”

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

ULTIME NEWS