domenica, Giugno 26, 2022
HomeCulturaFalcone, Rizzo (M5S): "stragismo mafioso puntava a cuore stato, da società civile...

Falcone, Rizzo (M5S): “stragismo mafioso puntava a cuore stato, da società civile risposta senza precedenti”


“Trent’anni fa, sull’autostrada A29 all’altezza di Capaci lo Stato poteva capitolare sotto il peso di 500 chilogrammi di tritolo. Lo stragismo mafioso puntava al cuore dello Stato, a ristabilire i rapporti di forza che le inchieste di Giovanni Falcone avevano invece messo a nudo e cominciato ad incrinare. Tre decenni dopo possiamo dire che le cosche sbagliarono i loro conti e si trovarono contro, con un moto d’indignazione senza precedenti, la parte sana della Sicilia e della società civile italiana”.

Lo afferma Gianluca Rizzo, parlamentare siciliano del M5S e presidente della Commissione Difesa della Camera dei deputati.
“Quella strage – continua Rizzo – che ha spazzato via le vite del giudice Falcone di sua moglie Francesca Morvillo e degli uomini della scorta, gli agenti Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, ha aperto la stagione della riscossa morale della Sicilia, una presa di coscienza della società civile che ha consentito di disarticolare e infliggere un colpo durissimo alla criminalità organizzata”.
“Da siciliano sono orgoglioso di quel moto d’indignazione che seppe rompere una subalternità culturale al potere mafioso – conclude Rizzo – ma da uomo delle istituzioni continuo a domandarmi perché Giovanni Falcone e il suo collega e amico Paolo Borsellino furono lasciati soli a combattere un nemico che godeva di protezioni e di complicità anche in alcuni settori dello Stato. Proprio perché questo è avvenuto dobbiamo concentrare tutte le nostre forze affinché fatti del genere non accadano mai più”.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments