sabato, Giugno 25, 2022
HomePoliticaFratelli D'Italia: "apprendiamo con stupore la richiesta di revoca dell’intitolazione a Castelvetrano...

Fratelli D’Italia: “apprendiamo con stupore la richiesta di revoca dell’intitolazione a Castelvetrano di una via dedicata a Giorgio Almirante”

Leggiamo con grande stupore la lettera con la quale le sezioni locali del Partito Democratico, della CGIL, dell’ANPI, del Partito Socialista, la Sinistra per Castelvetrano e l’Associazione “Cento Passi” chiedono al Sindaco di revocare “immediatamente” il provvedimento adottato dai suoi predecessori circa l’intitolazione a Castelvetrano di una via dedicata a Giorgio Almirante.

Il nostro stupore deriva proprio dal fatto che in un momento così difficile per la città, il pensiero delle forze politiche firmatarie del documento è quello di revocare il provvedimento che dedica una strada ad un grande italiano quale Giorgio Almirante, dimenticando tutti quei numerosi problemi che attanagliano la comunità che, invece, avrebbe bisogno di idee brillanti e di azioni propositive.

Forse sarà proprio la strada dedicata ad Almirante che cagiona cotanti mali alla città e alla sua comunità?
Eppure proprio oggi leggiamo del crollo di una parte del muraglione di Selinunte con gravi danni
riportati da un giovane, al quale rivolgiamo il nostro sincero augurio di buona guarigione. Il depuratore di Selinunte è in forte rischio di crollo. Triscina è in totale stato di abbandono. Le periferie e il centro storico della città appaiono bombardate. La città è priva di un adeguato piano regolatore generale. Non si parla di
programmazione turistica e di rilancio della città e nemmeno di rilancio di quell’agricoltura che, ancora oggi, è il nostro polmone vitale.
Il tutto all’ombra di un possibile, ulteriore, dissesto economico dell’Ente, oltre che di una paventata crisi politica. Ma non preoccupiamoci, sarà colpa di Almirante.
Ricordiamo a noi stessi, ma anche agli amici compagni di sinistra, che proprio Giorgio Almirante ha insegnato a numerose generazioni il rispetto per l’avversario e, così, anche per coloro che in politica la pensano diversamente.
Esemplare fu il rispetto che ebbero tra loro Almirante e un altro grande italiano quale Enrico Berlinguer.
Quel rispetto che, oggi, in piena e indiscussa democrazia non viene minimamente riconosciuto a coloro che, sulla scia degli insegnamenti costruttivi di Almirante hanno formato i propri ideali con la visione di una Repubblica esclusivamente democratica e orientata all’amor Patrio e un’idea dell’Europa dei popoli e non
delle banche.
Oramai nel ventunesimo secolo ci aspettiamo qualcosa di più e qualcosa di nuovo da questa sinistra e non i soliti comunicati che, nel corso dei vari decenni, si ripropongono in modo sterile e strumentale.
Diceva lo scienziato Antonio Zichichi “chi evoca la dittatura in tempo di democrazia offende i martiri di tutti i totalitarismi…è troppo facile, e terribilmente vile, fare gli antifascisti senza fascismo”.
Per dovere di cronaca, comunque, il nostro stupore deriva anche dal fatto che la delibera di Giunta Municipale di Castelvetrano n.455 del 14.11.2014, adottata per dedicare una strada ad Almirante, fu presa proprio da una Amministrazione Comunale nella quale il PD era vivamente rappresentato e vantava la presenza del Vice Sindaco, l’Avv. Marco Campagna, il quale, sebbene non presente nel corso della delibera, nulla ha fatto per opporsi a tale scelta, in considerazione tra l’altro, che proprio in quell’anno venne organizzata dall’allora amministrazione civica una manifestazione al Teatro Selinus in occasione del centenario dalla nascita di Almirante.
Eppure ricordiamo chiaramente che il Partito Democratico e il Partito Socialista, entrambi presenti con propri esponenti sia in Consiglio Comunale sia in Giunta, nulla fecero per opporsi a una tale scelta.
Comunque, al di là delle sterili proposizioni delle forze di sinistra della città che, ci auspichiamo
ridimensionino la loro azione politica orientandola propositivamente, approfittiamo dell’occasione per
proporre al Sig. Sindaco e alla Giunta Municipale, in virtù della Risoluzione del Parlamento Europeo del 19.09.2019 che condanna ogni totalitarismo di destra e di sinistra, di dedicare una strada o una piazza della città alle “Vittime dei regimi totalitari” celebrandone la ricorrenza, come previsto da detta risoluzione, il 23 agosto di ogni anno come la Giornata Europea di commemorazione.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments