sabato, Giugno 25, 2022
HomeEventiBilancio positivo per il "Sicilian In Jazz Noto 2022"

Bilancio positivo per il “Sicilian In Jazz Noto 2022”

Bilancio positivo per weekend d’apertura del Sicilian In Jazz Noto 2022, tenutosi al Teatro Noto d’Estate presso il Cortile del Convento dei Gesuiti. Buona l’affluenza di pubblico ed anche variegata in funzione delle diverse anime jazzistiche presentate sul palco ogni sera. Ottima la
presenza dei turisti alla ricerca di una proposta culturale e musicale per accompagnare le serate del ponte primaverile. Dopo l’opening del 2 giugno con la splendida voce di Anita Vitale accompagnata dalla HJO JAZZ ORCHESTRA, il week end è proseguito con un travolgente Mimmo Cafiero, grande trascinatore della sua Open Band, che con un ritmo incalzante ha proposto alcuni dei suoi brani originali, ripercorrendo la sua carriera artistica, accompagnato per l’occasione dal talentuoso trombettista Alessandro Presti, anch’esso compositore ed arrangiatore, ricercatissimo nelle collaborazioni con i più importanti nomi del jazz italiano; la giovane sassofonista Carla Restivo, reduce dalla pluriennale esperienza formativa presso la Berklee School di Boston, insieme a Giuseppe Mirabella alla chitarra, Stefano India al basso elettrico e Sam Mortellaro al pianoforte. La chiusura del weekend jazzistico a Noto, ha visto la talentuosa voce di Pamela Barone, proporre il progetto Inside Colors, nato da un’idea del chitarrista Sergio Munafò e riproposta con gli arrangiamenti del pianista palermitano Giovanni Conte, e con loro ripercorrendo la storia del jazz, Riccardo Lo Bue al contrabbasso, con il tocco unico della batteria di Emanuele Primavera; non è mancata
l’esecuzione di storiche composizioni di Carlos Jobim, con un omaggio alla musica italiana, in una personale esecuzione jazz di “Senza Fine”.
La scommessa di Giuseppe Mandalari, direttore artistico del Sicilian In Jazz, di anticipare di circa un mese l’avvio della stagione musicale netina, ha trovato un ottimo riscontro nel pubblico presente nelle tre serate d’apertura. Il Jazz made in Sicily, presentato dal Sicilian In Jazz, in questa rassegna del Jazz nel Sud-Est, viene considerata dal Sindaco di Noto Corrado Figura, come la conferma di una rinascita culturale del territorio.

La rassegna proseguirà in estate, con gli appuntamenti del 22 luglio in una Jazz & Wine Experience al Feudo Maccari, per poi proseguire il 23 luglio con Alessandro Presti Sextet e la sua anima latina di Kenny Dorham, per concludersi il 24 luglio con The Melody Book di
Gianni Gebbia e Diego Spitaleri.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments