mercoledì, Ottobre 5, 2022
HomeNewsSicilia: recepita semplificazione spettacoli. Assessore Zizzo (Castelvetrano): "Importante passo grazie ai R.E.A.C.T.S."

Sicilia: recepita semplificazione spettacoli. Assessore Zizzo (Castelvetrano): “Importante passo grazie ai R.E.A.C.T.S.”

La Regione Siciliana ha recepito la normativa nazionale sugli spettacoli, in vigore nel resto d’Italia già da due anni, grazie alla lunga battaglia portata avanti dalla Rete degli Assessori alla Cultura, Turismo e Spettacolo dei Comuni siciliani, R.E.A.C.T.S., di cui ha fatto parte l’Assessore alla Cultura del Comune di Castelvetrano, Graziella Zizzo, insieme ad alcuni altri assessori alla cultura dei comuni della Regione. 

L’emendamento presentato riguarda gli spettacoli dal vivo fino a 1.000 persone, che si svolgono dalle ore 8.00 alle ore 23.00, che potranno avvenire con una semplice comunicazione alla Questura, senza convocazione della Commissione di Pubblico Spettacolo. L’impianto legislativo, infatti, spesso ingessa l’organizzazione delle stagioni culturali, per cui l’attesa del rilascio delle autorizzazioni, carica le questure e dilata le tempistiche. Tuttavia, la norma è valida solo fino al 31 dicembre. 
“In Sicilia, purtroppo, a differenza del resto delle regioni dell’Italia, gli adempimenti riguardo le autorizzazioni in materia di sicurezza per gli eventi dal vivo vanno comunicate alla questura, invece che gestite direttamente dal Comune. – precisa l’Assessore Zizzo – Allo stesso modo, si procede per la convocazione della Commissione di Pubblico Spettacolo, che riguarda gli spettacoli con più di 200 persone. In una regione come la nostra, sarebbe auspicabile la promozione di norme che facilitino il turismo e l’organizzazione degli eventi culturali, che possano trainare i flussi turistici.”

“E’ necessario semplificare l’iter, che rallenta e non snellisce l’azione della macchina amministrativa. – commenta il Sindaco Enzo Alfano – L’azione di promozione culturale è di vitale importanza per il nostro territorio, non solo contestualmente alla stagione estiva, in cui le borgate sono gremite da turisti. Ben venga, pertanto, tale emendamento anche per il turismo. Ci auguriamo che segua una proroga o una normativa ad hoc all’anno nuovo, affinché non si ritorni al passato.”

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments