sabato, Ottobre 1, 2022
HomeCulturaPremio Comete Civiche, riconoscimento nazionale al comune di San Mauro Castelverde per...

Premio Comete Civiche, riconoscimento nazionale al comune di San Mauro Castelverde per il Festival di Poesia Paolo Prestigiacomo

Ulteriore grande riconoscimento per San Mauro Castelverde, storico borgo di montagna, sulle Madonie, in provincia di Palermo.

Il Festival di Poesia Paolo Prestigiacomo, fondato e diretto dal prof. Fabrizio Ferreri, ottiene, tra circa cinquanta iniziative partecipanti da tutto il territorio nazionale, la menzione speciale “Ri-generazioni future” nell’àmbito del premio Comete Civiche – Look Up organizzato da Fondazione Prioritalia in collaborazione con l’Associazione Il Quinto Ampliamento (di cui è socia la Fondazione Olivetti) per individuare e valorizzare le migliori pratiche trasformative italiane ad alto impatto civico nelle tre aree ambientale, sociale e culturale.

L’ambìto riconoscimento è stato conferito al Sindaco Giuseppe Minutilla e al direttore del Festival Fabrizio Ferreri nella prestigiosa sede istituzionale della Sala degli Atti parlamentari della Biblioteca del Senato Italiano dai promotori, dai componenti del Comitato Scientifico e dai partner del premio, che registra realtà tra le più importanti in Italia nel settore dello sviluppo sostenibile e della rigenerazione culturale: Fondazione Unipolis, Legambiente, Forum Terzo Settore, ASviS, Manageritalia, Cida, Università Tor Vergata Roma, Network Italiano Società Benefit, NeXt – Nuova Economia per Tutti, Osservatorio Socialis.

Il Festival Paolo Prestigiacomo – si legge nella motivazione del riconoscimento – “ha avviato processi di riappropriazione dei luoghi e delle forme della vita collettiva attraverso l’azione mobilitante della poesia, producendo una diversa narrazione del paese, diretta innanzitutto verso la comunità stessa e volta a generare e a diffondere una rinnovata coscienza di luogo”.

Dopo il premio “Civic Place” della Fondazione Italia Sociale, quest’ulteriore traguardo conferma la qualità e la riconoscibilità che il Festival di poesia Paolo Prestigiacomo ha saputo raggiungere in pochi anni dalla sua nascita, valorizzando la figura e l’opera del poeta e dello scrittore maurino Paolo Prestigiacomo, amico e discepolo di Aldo Palazzeschi, tra i protagonisti della stagione letteraria italiana del secondo Novecento, morto prematuramente nel 1992.

Esprime grande soddisfazione il Sindaco di San Mauro Castelverde, dott. Giuseppe Minutilla: “questo premio riempie d’orgoglio me e la mia comunità, da anni puntiamo sulla cultura consapevoli che non ci può essere sviluppo economico nelle nostre aree interne senza un risveglio sociale e culturale. Il Festival per noi è anche riscatto di un passato che stiamo cercando di combattere con la cultura: dal ‘mandamento al cambiamento’ è l’espressione che può riassumere il senso del nostro operato, l’impegno a ridare un futuro al nostro bellissimo borgo”.

Raggiante il fondatore e direttore del Festival, prof. Fabrizio Ferreri: “il premio ci dà un forte incoraggiamento a proseguire sul tracciato intrapreso. Non ci interessa l’occasionalità dell’evento, la nostra ambizione, attraverso il Festival, è generare una diversa immagine del luogo e nuove forme di riconoscimento e radicamento in esso in connessione con i giacimenti di valore e di senso del luogo. La cultura, e in questo caso la poesia grazie alla figura e all’opera di Paolo Prestigiacomo, può riattivare la capacità di leggere il proprio luogo di vita rimettendo in circolo energie di cura e di partecipazione”.

Grazie alla recente vittoria del Bando Borghi Linea B del PNRR, che ha visto lavorare alacremente il Comune di San Mauro Castelverde con il testa il Sindaco Giuseppe Minutilla, Fabrizio Ferreri curatore del progetto complessivo e tutti i numerosi partner, locali e nazionali, il Festival di Poesia Paolo Prestigiacomo avrà un’ulteriore concretizzazione nella costituzione della Casa della Poesia Paolo Prestigiacomo, sita nel riqualificato Collegio seicentesco delle Suore di Maria, che si candida a essere un laboratorio partecipato di definizione dei processi di sviluppo locale, anche grazie all’imminente nascita di una cooperativa di comunità composta dai giovani maurini. 

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments