sabato, Dicembre 3, 2022
HomeCultura"Ninna Sud. Le più belle nenie del Sud Italia" all'EcoMuseo del Mare...

“Ninna Sud. Le più belle nenie del Sud Italia” all’EcoMuseo del Mare Memoria Viva

Chorió – narrazioni sonore

Ninna Sud. Le più belle nenie del Sud Italia

19 novembre, ore 21

EcoMuseo del Mare Memoria

Proseguono gli appuntamenti di Chorió – narrazioni sonore, la rassegna organizzata dalla cooperativa Le Baccanti di Palermo, con il sostegno del Comune di Palermo – assessorato alle Culture e del Ministero della Cultura, che punta i riflettori su musica e leggende della tradizione siciliana.

Un percorso che prevede workshop, incontri, spettacoli e concerti, che si svolgeranno presso l’EcoMuseo del Mare Memoria Viva e l’Istituto Ascione a Palermo.

Sabato 19 novembre alle 21 Ninna Sud. Le più belle nenie del Sud Italia, spettacolo musicale nato da un’idea di Emanuela Fai, accompagnata dal pianista e fisarmonicista Duilio Virzì, in cui i testi di Tiziana Palma hanno la funzione di “legare” i vari brani musicali, con la regia di Salvo Damiano.

In Ninna Sud la magia della nenia si modella sui movimenti del cullare, su parole evocative, sulla vibrazione della calda voce di Emanuela Fai che, pizzicando le corde della sua chitarra, tocca l’anima. Duilio Virzì, con l’eleganza delle melodie della fisarmonica e con il pianoforte, evoca immagini sonore del carillon e melodie delicate e avvolgenti che, insieme ai tamburi a cornice e all’handpan, scandiscono il ritmo e l’armonia del cullare. A legare i brani musicali, ci saranno brevi testi scritti da Tiziana Palma. Ci si sentirà come sospesi su una nuvola, si entrerà dentro uno sogno fatto di magia, che condurrà inevitabilmente in quei luoghi del cullare che vivono dentro ognuno di noi. Con il dondolio della “naca” in scena, si evocheranno antiche immagini di una madre che culla come l’ondeggiare dolce del mare che accoglie, che custodisce e che spinge dolcemente verso quel sano distacco. Una relazione profonda che mette in evidenza l’intimo legame tra madre e figlio, come l’intrinseco rapporto tra l’uomo e la madre terra. Nenie che emozionano, che incantano, che ipnotizzano, misteri antichi, cantilene che riecheggiano dondolii ancestrali.

Ingresso libero sino a esaurimento posti

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments