giovedì, Dicembre 8, 2022
HomeEventiI diritti passano attraverso la musica: davanti l’Istituto delle Artigianelle delle Kalsa,...

I diritti passano attraverso la musica: davanti l’Istituto delle Artigianelle delle Kalsa, lo spettacolo sui diritti offerto dall’APS “Teatro dei Ragazzi”

I diritti passano anche attraverso la musica. Si terrà alle 11 di domenica 20 novembre, davanti l’Istituto delle Artigianelle delle Kalsa, lo spettacolo sui diritti offerto dall’APS “Teatro dei Ragazzi” nell’ambito del “Mese dei Diritti”

Sarà la musica ad aleggiare nell’aria di piazza Kalsa dalle 11 alle 12 di domenica 20 novembre, grazie al Coro e all’Orchestra Giovanile dell’Aps “Teatro dei Ragazzi” pronti a offrire un momento di grazia e bellezza attraverso lo “spettacolo dei diritti” che si terrà nell’androne dell’Istituto delle Artigianelle che ha sede in piazza Kalsa.

L’iniziativa è inserita nel ricco cartellone di attività del “Mese dei Diritti 2022”, promosso dal “Movimento educativo della Città di Palermo” per parlare e sostenere con azioni concrete i diritti dei bambini e delle bambine, dei ragazzi e delle ragazze che risiedono nel capoluogo siciliano.

Un’altra delle numerose tappe del percorso dell’associazione che porta la musica nella vita di bambini e giovani di età compresa tra i 6 e i 18 anni, contribuendo a contrastare lapovertà educativa e la dispersione scolastica.

Un progetto che quest’anno viene potenziato grazie al sostegno economico dato al progetto “L’arte adotta un bambino” dalla “Fondazione Peppino Vismara”, insieme alle borse di studio e alle donazioni di strumenti musicali giunte dalle più attive realtà associative di Palermo: Rotary Club Palermo Distretto 2110, Club Inner Wheel Palermo Decano, Crocerossine d’Italia sez. Palermo, Fidapa Palermo Felicissima, Mediter Italia, insieme a tanti donatori privati.

L’arte adotta un bambino” si avvale, inoltre, del contributo dell’Assemblea Regionale Siciliana, della Città Metropolitana di Palermo, ma anche del patrocinio del Comune di Palermo, della Fondazione Teatro Massimo e del Conservatorio di Musica “A.Scarlatti”.

L’ingresso allo spettacolo di domenica 20 novembre è libero.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments