martedì, Dicembre 6, 2022
HomeAmbienteFirriato: nuovi scenari di sostenibilità

Firriato: nuovi scenari di sostenibilità

RAGGIUNTO IL DATO DI MASSIMA MITIGAZIONEOGGI L’AZIENDA SICILIANA È CARBON POSITIVE

Nuovi traguardi di sostenibilità per Firriato, l’azienda vitivinicola siciliana che, già nel 2017 aveva raggiunto l’obiettivo dell’Impatto Zero, conseguendo la Carbon neutrality sancita dall’ente certificatore DNV.GL con gli scope 1 e 2. Nel 2022, un altro importante e lusinghiero risultato: Firriato tra produzione diretta di energia da fonti rinnovabili e con politiche di mitigazione dell’emissione di gas serra è entrata in territorio positivo, ovvero ha superato l’impatto zero sulle sue emissioni di CO2, prodotte dal vigneto sino all’imbottigliamento, compensandole per il 150% con la produzione di energia pulita. Insomma investire sulla sostenibilità ambientale e socio-economica (come sancito dalla Carta ONU con gli obiettivi 2030) produce effetti importanti, soprattutto in funzione di riduzione dei Gas Serra e dei cambiamenti climatici oramai leggibili anche nel nostro emisfero. L’obiettivo è stato raggiunto proprio nei giorni in cui si è svolto, a Sharm el-Sheikh, la conferenza COP27 delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici.“Siamo la prima cantina italiana a raggiungere questo obiettivo strategico per la salvaguardia del nostro ambiente – afferma Federico Lombardo di Monte Iato Chief Operating Officer di Firriato –. Questo primato definisce un percorso virtuoso sul quale abbiamo impegnato risorse importanti e lavoro quotidiano perché la sostenibilità ambientale è un obiettivo di straordinaria importanza per l’immediato futuro del nostro pianeta; dalle tenute agricole sino al prodotto finito e pronto per raggiungere oltre 40 nazioni del mondo. Per Firriato è importantissimo pensare che al piacere di bere vino di qualità deve corrispondere la responsabilità sociale che quelle bottiglie non contribuiscano al peggioramento dei fattori di inquinamento che sono all’attenzione di moltissime associazioni e dei governi più responsabili che promuovono politiche di riduzione di CO2 per la salvaguardia del nostro pianeta”.Per il progetto Carbon Positive Firriato ha scelto un partner d’eccezione: LifeGate che, insieme al management Firriato, ha iniziato un percorso virtuoso con un’analisi accurata delle emissioni di Gas Serra dell’azienda per definire i punti cardinali che conducessero a Impatto Zero come primo obiettivo. Oggi, con la Carbon Positive certificata dall’ente DNV.GL si traccia un sentiero di sostenibilità ambientale che vede Firriato come paradigma per tutte quelle aziende, vitivinicole e non, impegnate nella riduzione di anidride carbonica nell’atmosfera terrestre.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments