domenica, Gennaio 29, 2023
HomePoliticaCipriano (M.E.S.): "passi lunghi e ben distesi da chi come Miccichè e...

Cipriano (M.E.S.): “passi lunghi e ben distesi da chi come Miccichè e De Luca hanno preso in giro i propri elettori “

Sul mancato rispetto dell’elettorato da parte degli On.li Miccichè e De Luca interviene dopo Centro Destra Patriota anche il Movimento Etico Siciliano : “con chi ha tradito il voto degli elettori ancor prima di avviare la nuova gestione della regione, vogliamo tenere passi lunghi e ben distesi” sostiene il Leader del M.E.S.  Antonio Cipriano, che rincarando la dose afferma di voler tenere :  “passi lunghi e ben distesi sia all’elettorato di Miccichè che da quello  di De Luca”; precisando come ambedue abbiano preso in giro il proprio elettorato, il primo per creare disordine, confusione e spaccature il secondo ovvero l’ex Sindaco di Messina De Luca  perché ha  preso in giro il suo elettorato, se non ricordiamo male quasi 500 mila elettori, che ha usato, scaricato e poi si è dimenticato – per invece andare ad applicare  le solite tarantelle  inciuciare e pinocchiare delle trattative e del compromesso – con chi in campagna elettorale a sempre condannato, ovvero arrivando all’applicazione dei soliti  giochini di sponda e una volta con Micchichè ed una volta con Schifani.Noi facciamo i migliori Auguri di Buon lavoro al neo Presidente della Regione Siciliana Renato Schifani, sottolineando anche come par ovvio che in Regione si debba puntare a smarcarsi dalla vecchia politica, dalla vecchia demagogia, cialtrona, pinocchiara ed inciuciara e da questo punto di vista il buon Schifani ha comunque il merito di aver cominciato a disinfettare con abilità la politica regionale, tenendo lontano la sete di potere di chi come Micchichè si voleva incollare ad una poltrona solo per l’arte di comandare. Basta confusione, ci sono di mezzo i diritti del Popolo Siciliano,  il quale deve trovare la propria piena ed etica emancipazione, sapendo  che a livello regionale c’è una classe politica disponibile a risolvere i tanti problemi, le tante oppressioni; gli atteggiamenti di certi politici  che appaiono pecurari e da mannara, vanno lasciati fuori dalle istituzioni e da compiti ed incarichi; va fatta  prevalere e tenere alta la bandiera del bicolore Siciliano e del Parlamento più antico del mondo; va attuata una chiara politica di recupero dei fondi pnrr ; vanno abbassati i costi regionali della politica; vanno abbassati i costi delle utenze; va difesa l’agricoltura dai pesticidi che ci impongono dall’alto ; va riscosso il credito insoluto che lo Stato Italiano ci deve sulle accise ;  vanno riattivate le varie piattaforme petrolifere, va incentivato l’utilizzo dell’eolico e del fotovoltaico ed in merito alla questione Sanità riteniamo urgente l’attivazione di una commissione di inchiesta e vigilanza sui tempi di attesa per la prestazione dei servizi medici, delle cure e soprattutto va portata la Sicilia nel futuro rendendo realtà anche in Sicilia il fascicolo sanitario elettronico . Noi su questi e tanti altri punti vigileremo, proporremo all’Ars cercando di rendere concreta la nostra rivoluzione etica del modo di governare la Regione Siciliana”.

Articoli Correlati
- Advertisment -

ULTIME NEWS