mercoledì, Febbraio 8, 2023
HomeIstituzioniBronte punta al risparmio energetico e sostituisce 2700 lampade della Pubblica Illuminazione

Bronte punta al risparmio energetico e sostituisce 2700 lampade della Pubblica Illuminazione

In gergo si chiama “relamping dell’impianto di pubblica illuminazione”. Il Comune di Bronte pone un freno all’aumento esponenziale dei costi di energia elettrica e punta a risparmiare il 70% dei costi per la pubblica illuminazione di strade e vie, sostituendo ben 2700 i corpi illuminanti. Si tratta di lampade alogene a 240 watt che saranno sostitute con luci a led di 80 watt di ultima generazione che garantiscono durata decennale ed anche una illuminazione maggiore. Nell’ufficio del dirigente del settore Lavori Pubblici del Comune, ing. Salvatore Caudullo, infatti, alla presenza anche dei Capi area Teresa Sapia e Francesca Castiglione, è stato firmato il contratto con l’impresa che si è aggiudicata l’appalto. Presente alla firma anche il sindaco Pino Firrarello: “L’aumento dei costi di energia elettrica – ha spiegato il primo cittadino – rischia di compromettere il bilancio di ogni Comune. Bisogna quindi intervenire con efficacia per miticare l’ammontare delle bollette. Prima cosa da fare è sostituire le vecchie lampade con modelli che consumano meno: ne guadagneranno le casse del Comune, ne guadagnerà l’ambiente”. E forte di questa convinzione il Comune, a seguito di un finanziamento europeo ottenuto dal Assessorato regionale all’Energia, ha pubblicato un gara d’appalto, oggi giunta a conclusione. “Con questi lavori – ha continuato l’ing. Caudullo – sostituiremo circa 300 pali della pubblica illuminazione ormai corrosi insieme ai quadri elettrici che saranno dotati di impianto di telecontrollo attraverso un software. Questo – conclude – ci consentirà di gestire il funzionamento delle lampade da remoto, conservare dei dati, ottenere la notifica di eventuali guasti in tempo reale e regolare anche l’intensità luminosa in funzione delle reali esigenze”. E la società che si è aggiudicata l’appalto è pronta ad iniziare il lavoro. Stipulato il contratto già lunedì l’impresa farà un sopralluogo. Ci vorrà circa un mesetto per acquisire i corpi illuminati, ma da gennaio 2023 si procederà con gli interventi. Da contratto i lavori non dovranno durare più di 7 mesi. Si spera così che da agosto in poi il Comune possa vedere con i propri occhi un concreto risparmio in bolletta.

Articoli Correlati
- Advertisment -

ULTIME NEWS