domenica, Giugno 16, 2024
HomeCulturaTermini Imerese, si conclude con una lezione sulla monetazione bizantina il Corso di Archeologia Medievale promosso...

Termini Imerese, si conclude con una lezione sulla monetazione bizantina il Corso di Archeologia Medievale promosso da BCsicilia

Si terrà sabato 11 marzo 2023 alle ore 16,30 la lezione conclusiva del Corso di Archeologia Medievale promosso da BCsicilia, in collaborazione con il Dipartimento Culture e Società dell’Università di Palermo, il Museo Civico, l’Università Popolare Termini Imerese e la Parrocchia San Nicola di Bari. Dopo la presentazione di Aurelio Burgio, Coordinatore dei Corsi di Laurea in Beni Culturali e Archeologia all’Università di Palermo, di Emma Vitale, Docente di Archeologia Cristiana e Medievale, presso l’Università di Palermo e Alfonso Lo Cascio, Presidente regionale di BCsicilia, è prevista la conferenza dal titolo “La monetazione nella Sicilia medievale: struttura e circolazione delle emissioni bizantine” che sarà tenuta da Lavinia Sole, Docente di Numismatica presso l’Università di Palermo. L’incontro si svolgerà presso la Chiesa S. Maria della Misericordia – Museo Civico, in Via Mazzini a Termini Imerese. Alla fine dell’incontro ai partecipanti verrà consegnato un attestato di partecipazione. Per informazioni: Termini Imerese Tel. 346.8241076 – Email:terminiimerese@bcsicilia.it. Facebook: BCsicilia.
La lezione. Nel corso dell’incontro su “La monetazione nella Sicilia medievale: struttura e circolazione delle emissioni bizantine” sarà offerta una panoramica sulle principali emissioni battute in Sicilia tra il regno di Anastasio (498 d.C.) e la conquista araba di Siracusa (878 d.C.) che pose termine al governo bizantino dell’Isola. Si farà cenno anche al pregio artistico delle emissioni, alle caratteristiche del circolante dell’epoca, di cui faceva parte anche numerario coniato a Roma e Ravenna, nonché alla scoperta di numerosi tesoretti rinvenuti sia nella parte occidentale che orientale dell’Isola e alle cause del loro seppellimento.
Lavinia Sole, nata a Palermo, ove vive, attualmente è Ricercatore e Docente di Numismatica greca e romana e Numismatica antica e medievale presso il Dipartimento Culture e Società dell’Università degli Studi di Palermo. Specialista in Numismatica antica, ha conseguito la laurea in Lettere Classiche presso l’Università degli Studi di Palermo, il diploma di specializzazione in Archeologia Classica presso l’Università degli Studi di Lecce, il Dottorato di Ricerca in Scienze Archeologiche e Storico-Artistiche presso l’Università degli Studi “Federico II” di Napoli ed è abilitata nelle funzioni di professore universitario di Seconda Fascia (associato) nel settore concorsuale 10/A1- Archeologia. Dal 1997 al 2015 è stata responsabile scientifico nella direzione degli scavi archeologici nei siti della provincia di Caltanissetta, d’intesa con la locale Soprintendenza. Ha coordinato e curato mostre e convegni archeologici e numismatici a carattere nazionale e internazionale; ha al suo attivo oltre 100 pubblicazioni scientifiche, comprendenti  articoli su riviste specializzate, curatele, monografie e contributi in saggi; ha partecipato in qualità di relatore a numerosi convegni di studio nazionali e internazionali. E’ responsabile scientifico del progetto “Nummi digitali. approcci  innovativi per la conoscenza, gestione e valorizzazione del patrimonio  numismatico del Museo archeologico regionale “A. Salinas” di Palermo”, sta curando il progetto scientifico dell’allestimento della sezione greco-romana del Medagliere del Museo archeologico “A. Salinas” di Palermo e fa parte, come responsabile di una sezione della Sicilia, della rete del progetto Coin Find Hub Italy dell’Università degli Studi di Salerno per la valorizzazione delle monete rinvenute insieme al contesto archeologico.

Articoli Correlati
- Advertisment -

ULTIME NEWS