domenica, Giugno 16, 2024
HomeCulturaAcireale: 180 anni della Meridiana

Acireale: 180 anni della Meridiana

Lunedì 20 Marzo 2023, equinozio di primavera, a partire dalle ore 11:00 l’ingegnere Antonino Ortolaniillustreràa il funzionamento della meridiana della Basilica Cattedrale, realizzata 180 anni fa nel febbraio 1843. A seguire, i visitatori avranno modo di vedere l’esatto momento e il punto in cui la Meridiana segnerà il Mezzogiorno astronomico, prima dell’equinozio di primavera. Ad Acireale e in tutti i paesi sullo stesso meridiano, il 20 marzo, in corrispondenza del mezzogiorno locale, l’orologio segnerà le 12.07, per cui bisognerà aspettare oltre dieci ore per l’evento equinoziale, che avverrà intorno alle 22.00.

È importante per la Chiesa Cattolica conoscere in questa data la fase lunare, perché la domenica successiva al plenilunio che segue l’equinozio sarà la Pasqua di Resurrezione, quest’anno il 9 aprile.

L’evento è organizzato dalla Basilica Cattedrale in collaborazione con l’Università Popolare.


DESCRIZIONE

L’ orologio solare acese è stato costruito 180 anni fa, nel febbraio 1843 dall’astronomo danese Christian Friedrich Peters e il collega tedesco W. Sertorius, nella zona del transetto della Basilica Cattedrale di Acireale. Si tratta di un segmento lungo sedici metri, tracciato sul pavimento, indicante la direzione Nord-Sud. Questo è associato ad uno gnomone, vale a dire un piccolo foro aperto sulla volta della cappella di santa Venera da cui il raggio solare riesce a passare e segnare il mezzogiorno astronomico, appoggiandosi sull’asse centrale della meridiana. La meridiana acese, oltre ad avere il pregio di essere precisa, è apprezzata per il suo valore artistico. La sua realizzazione è stata affidata allo scultore catanese Carlo Calì, allievo del Canova. Lo scultore ha realizzato quest’opera in marmo bianco di Carrara e in marmo giallo.

Articoli Correlati
- Advertisment -

ULTIME NEWS