venerdì, Luglio 19, 2024
HomeNewsFesta della Musica Europea 2023: un ponte musicale tra i conservatori di...

Festa della Musica Europea 2023: un ponte musicale tra i conservatori di Sicilia e Sardegna

Presentato in Conferenza stampa alla presenza del Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano e di tutti i prestigiosi partners nazionali, l’evento speciale di Alghero dalla Vicedirettrice prof.ssa Mariangela Longo e il prof Simone Piraino, direttore di produzione del Conservatorio Arturo Toscanini di Ribera (Ag). In omaggio al testimonial nazionale Enrico Rava la presentazione è stata arricchita da una breve e apprezzata performance a sorpresa del giovane e talentuoso studente agrigentino Calogero De Cicco, allievo della classe del prof. Giacomo Tantillo.

Il Conservatorio Arturo Toscanini di Ribera (AG) partecipa anche quest’anno all’evento nazionale della 29° Festa della Musica italiana ed europea, di cui è partner ufficiale già dal 2020. Il 21 giugno sul palco di Largo Lo Quarter ad Alghero, alle ore 21.00, si esibirà il testimonial nazionale Enrico Rava, trombettista jazz di fama internazionale e a seguire saranno protagonisti gli studenti dei dipartimenti jazz del Conservatorio “Arturo Toscanini” di Ribera e del Conservatorio “Luigi Canepa” di Sassari, per la prima volta insieme in una grande big band congiunta sotto la direzione dei rispettivi docenti referenti: prof Giacomo Tantillo e prof Gavino Mele.

L’evento, visibile in diretta su RAIPLAY, è organizzato dall’AIPFM Associazione Italiana per la Festa della Musica con il patrocinio della Rappresentanza Italiana della Commissione Europea, il Ministero italiano della Cultura, il Comune di Alghero e i partners RAI e SIAE.

La vicedirettrice prof.ssa Mariangela Longo referente del progetto afferma:

“Negli ultimi anni abbiamo pensato alla Festa della Musica come un’importante occasione di incontro, di confronto e di crescita tra studenti e docenti di diversi Conservatori per dare vita ad eventi organizzati nelle spettacolari location archeologiche e naturalistiche siciliane (Parchi archeologici di Valle dei Templi, Selinunte,  Taormina e Scala dei Turchi); quest’anno insieme ad AIPFM abbiamo pensato ad un “ponte musicale” di collegamento tra Sardegna e Sicilia ( le due isole maggiori)  che a seguire si proietterà verso l’Europa in un progetto più ambizioso di coinvolgimento dei Conservatori Europei per festeggiare il 30° anniversario di FdM Italiana nel 2024 e Agrigento Capitale Italiana della Cultura nel 2025. A tal fine metteremo a frutto le mobilità Erasmus, un altro importante programma europeo giunto anch’esso al 30° anno di vita; e infatti,  già a partire dal 2 Settembre 2023 in occasione di un evento organizzato nel magnifico scenario  del Teatro Antico di Segesta ( TP), porremo le prime basi di una grande orchestra congiunta europea con il coinvolgimento dei conservatori siciliani confederati di Ribera – Agrigento, capofila, Trapani e Messina, dei Conservatori Europei ospiti di Vilnius e Bratislava, con il supporto prestigiosi partners istituzionali”

Il prof Simone Piraino, direttore di produzione, ha aggiunto: “Il 21 giugno il Conservatorio Toscanini  festeggerà la FdM contemporaneamente in altre due Città: a Sciacca ( Ag) con un concerto Pop Rock dei Solisti e dell’ Orchestra Conservatorio diretto dal M° Alberto Maniaci e organizzato con il patrocinio del Comune di Sciacca, della FIDAPA e di diversi sponsor locali in cui saranno messi in evidenza i migliori progetti di laurea dell’ultima sessione accademica; a Palermo con l’evento ” La Festa della Musica decolla” che si terrà all’aeroporto internazionale Falcone – Borsellino con una performance di solisti ed ensemble dei dipartimenti classici. Un modo per coinvolgere contemporaneamente e in più luoghi tutte le Scuole e i Dipartimenti del Conservatorio per celebrare insieme la Festa della Musica Europea”.

Articoli Correlati
- Advertisment -

ULTIME NEWS