sabato, Marzo 2, 2024
HomeSanita'San Marco: nuove tecniche terapia del dolore

San Marco: nuove tecniche terapia del dolore

Lo studio delle più innovative ed avanzate tecniche di neurostimolazione midollare e gangliare sarà il tema intorno al quale ruoterà principalmente la Masterclass in Terapia del Dolore che si svolgerà dal 4 al 6 dicembre nel presidio ospedaliero San Marco di Librino, con inizio domani, lunedì 4, alle ore 10.

Nell’ottica e con la responsabilità medica di contribuire al miglioramento della qualità di vita dei pazienti, l’Unità operativa di Terapia del Dolore – Centro HUB per la Sicilia Orientale, dell’AOU Policlinico “G. Rodolico – S.Marco”, ha deciso di rendersi promotrice dell’avvio di un percorso didattico altamente specialistico, allo scopo di fornire al personale medico gli elementi per un corretto trattamento delle sindromi dolorose croniche, con particolare riferimento all’utilizzo della neurostimolazione midollare (SCS o Spinal Cord Stimulation).

Nel corso degli ultimi anni la terapia del dolore è stata riconosciuta come disciplina medica di primaria importanza per la tutela della salute del paziente, come testimoniato dalla legge 38/2010: “Disposizioni per garantire l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore”. L’OMS e la IASP (Associazione Internazionale per lo Studio del Dolore) in particolare, considerano il dolore cronico una delle maggiori minacce globali alla qualità della vita.

Alla Masterclass promossa dall’azienda, parteciperanno i responsabili dei centri spoke ospedalieri siciliani di terapia del dolore, che avranno così l’occasione di approfondire ed ampliare le proprie competenze cliniche, tramite l’acquisizione di tecniche avanzate, attraverso sessioni hands-on su simulatori e l’osservazione di interventi chirurgici in sala operatoria.

 “Le metodiche di neurostimolazione midollare e gangliare, nonostante l’esperienza acquisita negli anni sono ancora sottovalutate e poco utilizzate- spiega Salvatore Caramma, direttore del centro HUB catanese-. Tali tecniche rappresentano uno strumento fondamentale per il trattamento di molte forme di dolore cronico come il dolore persistente post-chirurgico, l’algodistrofia, l’angina pectoris refrattaria, l’arteriopatia periferica, la polineuropatia diabetica dolorosa, la nevralgia post-herpetica”. “Auspico –conclude il professionista- che l’evento formativo possa rappresentare un importante momento di confronto tra gli specialisti e un ulteriore stimolo per garantire un approccio al dolore cronico sempre più efficace a tutela del paziente”.

L’esecuzione di questi interventi permette, dunque, al centro Hub della Sicilia Orientale del San Marco, di diventare uno dei centri di riferimento regionale e nazionale per questo tipo di attività, offrendo un servizio essenziale ai pazienti che non dovranno più spostarsi fuori dal territorio siciliano per godere dei benefici prodotti da questo tipo di terapia.

Articoli Correlati
- Advertisment -

ULTIME NEWS