sabato, Maggio 25, 2024
HomeSocialeGangi: diversità non è un puzzle da risolvere

Gangi: diversità non è un puzzle da risolvere

Conclusa settimana di eventi contro ogni pregiudizio su sindrome di down, autismo e disabilita’

Parola d’ordine “inclusione”. Si è conclusa ieri, in piazza del Popolo, a Gangi una settimana di eventi contro ogni pregiudizio su sindrome di down, autismo e disabilità. La manifestazione dal titolo: “Diversità non è un puzzle da risolvere, ma un viaggio da abbracciare” è stata promossa dalle mamme dell’associazione bambini “Arcobaleno”, dal Comune di Gangi, dall’istituto Comprensivo “Polizzano” e dal Vespa Club Gangi. 

Obiettivo dell’evento, dimostrare che un mondo inclusivo è possibile e le differenze non sono limiti ma punti di forza.

Diversi gli appuntamenti che si sono svolti dal 31 marzo al 7 aprile. E’ stata illuminata di blu “La fontana del Leone”, in piazza del Popolo, un monumento simbolo di Gangi. E ancora, presso la chiesa della Madonna del Carmelo “Se ti abbraccio non avere paura”. In collaborazione con le famiglie è stata allestita una panchina di blu, in un luogo simbolo di ritrovo tra adulti e bambiniIl 2 aprile, in occasionedella giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo, “Balconi in colore”. Un flash mob con l’esposizione di lenzuola e nastrini colorati di blu in moltibalconi delle case dei gangitani.

Ieri, domenica, la giornata conclusiva, in piazza del Popolo, con “Lascia la traccia”. Ibambini assieme ai genitori hanno, con l’impronta della loro mano, realizzato una grande tela e lanciato in aria palloncini colorati. E infine Viaggia con me” a cura del Vespa Club che ha allestito uno stand e principalmente dato ai ragazzi l’opportunità di salire in sella ad una vespa.

All’evento assieme a tanti bambini e genitori, presenti il sindaco di Gangi Giuseppe Ferrarello, il dirigente dell’istituto Comprensivo “Polizzano” Francesco Serio, il presidente del consiglio comunale Concetta Quattrocchi, gli assessori, Mimmo Alfonzo e Tiziana Ballistreri, i consiglieri Valentina Farinella e Francesca Barreca. 

Isindaco Giuseppe Ferrarello ha detto: “Abbiamo voluto patrocinare una settimana di eventi, un’occasione per promuovere l’inclusione e abbattere molti pregiudizi e barriere, il mio ringraziamento e quello della comunità che rappresento va a chi si è speso per la riuscita di questo evento di sensibilizzazione”.

Articoli Correlati
- Advertisment -

ULTIME NEWS