Custonaci, gli studenti scelgono la natura per lanciare messaggi contro la mafia

La bellezza della natura contro la bruttezza dell’illegalità e dell’ingiustizia. Questo il senso dell’iniziativa realizzata questa mattina nella Riserva di Monte Cofano,  nel giorno in cui si celebra la “Giornata Nazionale della Memoria e dell’ Impegno in ricordo delle vittime innocenti della mafia”. Protagonisti sono stati gli alunni delle V classi dell’ Istituto Lombardo Radice – Fermi di Custonaci – San Vito lo Capo che hanno animato la manifestazione intitolata “Festa di primavera – Il risveglio della natura e delle coscienze”, organizzata dalla Riserva Naturale Orientata di Monte Cofano e dal Comune di Custonaci.

Gli allievi hanno lanciato, seppur simbolicamente, dei messaggi attraverso scritte e slogan riportati su alcuni striscioni: “Festa di primavera 2017 – Riserva Naturale Orientata di Monte Cofano: luogo di speranza, testimone di bellezza contro la mafia “;  Festa di primavera: si rinnovi la primavera della verita e della giustizia sociale”; i “fiori” Pace, giustizia, uguaglianza, rispetto per l’ambiente, solidarietà, non farli appassire e morire: aiutali a crescere!; “La mafia uccide il futuro: noi ci impegniamo a trasformare queste parole in azioni quotidiane”.

I ragazzi hanno inoltre lasciato all’interno della Riserva un ramo pieno di foglie di carta con frasi sui temi dell’impegno e della memoria. Successivamente hanno interpretato i brani: “100 passi” dei Modena City Ramblers e “Pensa” di Fabrizio Moro. Gli studenti dell’Accademia Kandinskij di Trapani hanno ritratto invece sulle tele l’atmosfera e le bellezze della Riserva Naturale Orientata di Monte Cofano.  “Commemorare questa ricorrenza – ha dichiarato il sindaco di Custonaci, Giuseppe Bica- è un’occasione per ricordare tutte le vittime innocenti della mafia. Abbiamo deciso di farlo a contatto con la natura, nella Riserva Naturale Orientata di Monte Cofano ed insieme a tanti giovani. Tanta commozione ed emozione tra i ragazzi”.