Pirateria del software, maxi sequestro a società di marketing catanese

108

I finanzieri del Comando Provinciale di Catania hanno eseguito nei
confronti di una società di markenting e promozione pubblicitaria catanese di via Valverde, un controllo in materia di tutela del diritto d’autore. Durante l’operazione di contrasto della pirateria informatica denominata UNDERLI©ENSING 3, coordinata del Nucleo Speciale Tutela Proprietà Intellettuale di Roma, è stata accertata la detenzione illegale di programmi software usati da una società di marketing. In particolare, l’accertamento ha riguardato il possesso della licenza d’uso, l’osservanza
del numero massimo di personal computer su cui può essere installato il programma
e l’utilizzo conforme a quanto previsto dal contratto, il quale, se acquistato in versione
“education”, a prezzo ridotto, deve essere necessariamente destinato ad ambiente
familiare e domestico e non può essere utilizzato per attività imprenditoriale.
Il controllo svolto ha permesso di accertare che, per le campagne pubblicitarie
commissionate, la società utilizzava più di 70 software senza aver acquistato la
relativa licenza d’uso, in violazione della normativa vigente a tutela della proprietà
intellettuale (Legge n. 633 del 1941).
Pertanto, i software illegali e i quattro computer su cui erano installati sono stati
sottoposti a sequestro ed il rappresentante legale della società è stato denunciato
all’Autorità Giudiziaria. Inoltre, come previsto dalla stessa normativa, nei suoi
confronti è stata applicata anche una sanzione di natura amministrativa pari a €
51.056,16, corrispondenti al doppio del valore di mercato dei software illecitamente
utilizzati.