Spara al nonno che lo minaccia con l’accetta: tragedia sfiorata a Vittoria

156

Tentato omicidio: questa è l’accusa con cui è stato arrestato un minorenne di Vittoria in provincia di Ragusa che ieri pomeriggio, in contrada Valsechella, lungo lo stradone che porta da Vittoria a Scoglitti, ha sparato al nonno. C.D, queste le iniziali del diciassettenne arrestato dalla polizia, si sarebbe difeso a sua volta dall’aggressione del nonno il quale lo inseguiva minacciandolo con un’accetta. Ieri, intorno alle ore 16, i due hanno iniziato a litigare e le cose ben presto sono degenerate fino alla sparatoria. Il nonno è stato portato in ospedale da un testimone. La polizia è stata avvisata ed ha iniziato le indagini nonostante la reticenza dei familiari. Il nonno, a quanto pare, avrebbe minacciato il giovanissimo imbracciando un’accetta e non avrebbe desistito nonostante il tentativo del nipote di calmarlo. La madre del giovane avrebbe tentato di dividerli e avrebbe chiamato anche i vicini per tentare di metter fine alla furibonda lite.

Intanto il diciassettenne si sarebbe allontanato e avrebbe preso il fucile, nascosto in campagna. Quando il ragazzo è tornato a casa, la lite, che sembrava essere finita, è ripresa ancora più violenta. Il nonno avrebbe ripreso a minacciare il nipote con l’accetta e il giovane ha sparato un primo colpo in aria e alla fine ha centrato la gamba del nonno. Dopo il ferimento, il diciassettenne è scappato con l’auto della madre, è andato a casa, si è lavato ed è andato al bar per crearsi un alibi e farsi vedere con gli amici.

La madre e la nonna hanno accompagnato l’uomo ferito in ospedale dove, dopo è stato sottoposto un’operazione.