Etna, escursionista precipita nella “Grotta dei tre livelli”: salvato dal Soccorso Alpino

138

Nella mattinata di ieri i militari del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di
Nicolosi hanno tratto in salvo un escursionista precipitato all’interno della Grotta
lavica dei ‘Tre Livelli’, quota 1600 s.l.m., nel Comune di Zafferana Etnea (CT).
Il malcapitato, con l’intento di esplorare la grotta di scorrimento lavico, è scivolato all’interno del pozzo che caratterizza tale sito. Immediatamente, il gruppo di escursionisti con i quali si trovava ha allertato i Finanzieri della Stazione SAGF di Nicolosi richiedendo il loro intervento.
I Finanzieri soccorritori, in stretta collaborazione col personale del Corpo Nazionale
Soccorso Alpino e Speleologico – Etna Sud, dopo aver allestito i necessari ancoraggi tecnici, si sono calati nella cavità unitamente al medico del 118, il quale ha provveduto a stabilizzare il ferito che presentava una sospetta frattura degli arti inferiori. Successivamente, con complesse manovre di soccorso e con l’ausilio di una speciale barella “Kong”, dopo circa 2 ore, gli operatori sono riusciti ad estrarre l’escursionista e ad affidarlo ai sanitari del 118.
Per le ferite riportate, il malcapitato dopo essere stato accompagnato al rifugio Sapienza, è stato trasportato a mezzo eliambulanza presso l’ospedale “Cannizzaro” di Catania.
La disattenzione del cittadino di San Pietro Clarenza (CT) poteva avere un epilogo ben più grave, vista la profondità e le particolari caratteristiche del precipizio in cui è caduto, luogo in cui, circa 2 anni fa, in medesime circostanze, perse la vita un cittadino austriaco.