Trapani, neonato morto per arresto cardiaco: aperta inchiesta interna

116

E’ stata istituita oggi dal commissario dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, Giovanni Bavetta, la “Commissione di verifica interna  – decesso neonato del 23 maggio 2018”.

Alla luce di quanto verificatosi ieri nel reparto di Ostetricia e ginecologia dell’ospedale S. Antonio Abate di Trapani con il decesso di un bimbo, A.C., nato il giorno prima, la direzione strategica aziendale ha proceduto all’istituzione della commissione “per acquisire ogni dato utile per accertare l’eventuale sussistenza di carenze assistenziali”.

Vengono chiamati a farne parte il direttore del dipartimento Materno-infantile dell’ASP, Pietro Di Stefano, come presidente, e Maria Carmela Riggio, risk manager dell’ASP, Maria Concetta Martorana, direttore medico del presidio ospedaliero Sant’Antonio Abate e Pietro Musso, primario del reparto di Ostetricia e ginecologia dell’ospedale di Mazara del Vallo, come componenti. La commissione dovrà “concludere i lavori ispettivi  entro cinque giorni, in ordine agli esiti dell’attività che verrà posta in essere”.

Il neonato è morto in ospedale durante il parto e i medici hanno tentato di salvargli la vita ma non sono riusciti a salvare il piccolo Antonio. I genitori sono originari di Valderice e la madre ha appena 20 anni. I familiari hanno denunciato i medici e da questo la decisione di avviare un’inchiesta interna.

 

 

.