Scandalosa università: 27 concorsi truccati e 40 professori indagati. Sospeso il Rettore

 Francesco Basile, rettore dell’università di Catania e altri nove professori sono stati sospesi dal servizio dal Gip del tribunale. Tutti risultano indagati per associazione per delinquere, corruzione e turbativa d’asta. L’operazione anticrimine denominata “università bandita” e messa a segno dalla Digos della Questura ha messo in luce un collaudato sistema per frodare almeno 27 concorsi dei quali 17 per professore ordinario, 4 per professore associato, 6 per ricercatore.

Sono complessivamente 40 i professori indagati degli atenei di Bologna, Cagliari, Catania, Catanzaro, Chieti-Pescara, Firenze, Messina, Milano, Napoli, Padova, Roma, Trieste, Venezia e Verona.  Tra i nomi degli arrestati, spiccano quelli di Giuseppe Sessa (Medicina), Filippo Drago (Medicina), Carmelo Monaco (Agraria), Giancarlo Magnano di San Lio (Filosofia). Sono in corso 41 perquisizioni anche nei confronti di ulteriori indagati.