Golosaria: tante le aziende enogastronomiche locali presenti alla 14^ edizione

Le eccellenze enogastronomiche del Bel Paese sono state chiamate a raccolta, a Milano, per la 14° edizione di Golosaria.

La fiera che racconta l’Italia attraverso le sue produzioni si è svolta al MiCo FieraMilanoCity dal 26 al 28 ottobre scorso dedicando l’attenzione al tema “Il cibo che cambia”.

Oltre 80 gli incontri e gli eventi che si sono susseguiti nelle tre giornate.  

Presenti più di 300 artigiani del gusto e 100 cantine che hanno messo in campo un’offerta molto variegata: dolci, confetture, miele, salumi, formaggi, prodotti da forno, birre, liquori, distillati, vino e molto altro.

Soddisfatti gli organizzatori che parlano di “un’edizione da record” con + 20% di presenza rispetto allo scorso anno.

La Regione Sicilia ha preso parte all’evento con oltre 50 espositori, provenienti dai settori più diversi.

L’imprenditoria marsalese non è mancata all’appuntamento.

Tra le grappe e distillati, ad esempio, i visitatori hanno potuto gustare i prodotti della “Giuseppe Bianchi Distillati” che dalla metà del ‘900 opera all’interno dello splendido baglio appartenuto alla famiglia Woodhouse. Qui nascono le Grappe di Sicilia e di Marsala come il brandy che porta il nome del fondatore.

Non sono mancati neppure i vini grazie alla partecipazione delle Cantine Frazzitta che, dalla fine del 1800, di generazione in generazione, si dedicano sia alla produzione di vino Marsala e liquorosi che di vino da tavola.

Presente con il suo stand anche “Sicilian Excellence” che ha proposto i propri liquorosi: Marsala, Moscato, Zibibbo e Crema Mandorla.

Per il settore “wine” ha partecipato all’evento anche Marchese delle Saline che ha presentato i propri vini dell’Etna.

In fiera anche un’altra eccellenza locale: il melograno. Ciò è stato possibile grazie alla partecipazione di Marsala Pomèl, azienda nata nel 2011 che oggi raggruppa oltre 40 produttori proponendo al consumatore sia prodotti freschi che trasformati.

Petrosino era invece rappresentata dall’azienda vitivinicola Terre del Sole Zerilli che, da ben 4 generazioni, si dedicata alla coltivazione della vite. L’azienda oggi produce in biologico e vanta tra le sue bottiglie le maggiori tipicità locali: Grillo, Nero D’Avola, Zibibbo.

Conclusa l’edizione 2019, gli organizzatori lavorano già alla prossima che si svolgerà dal 31 ottobre al 2 novembre 2020.