Scavi di Porta Mazara: una piramide al posto del vetro

Sono iniziati ieri a Porta Mazara, nel cuore della città di Marsala, i lavori per la sostituzione del vetro a protezione degli scavi archeologici che lì si trovano.

L’intervento è stato reso possibile grazie ad un emendamento al piano triennale delle opere pubbliche 2018 – 2020, proposto dal consigliere e vice presidente del consiglio comunale Arturo Galfano e votato favorevolmente da una buona parte dei consiglieri comunali.

Con un investimento di 25 mila euro, il vecchio vetro sarà pertanto sostituito da una piramide ad otto spicchi, in vetro e acciaio.

L’istallazione sarà illuminata sia con i faretti già esistenti che con i nuovi led inseriti per dare maggiore visibilità agli scavi anche nelle ore serali.

La gara con cui è stato aggiudicato l’appalto è la stessa in cui erano inseriti i lavori di restauro delle edicole votive, anche questo progetto fortemente voluto da Galfano.

“Ringrazio i consiglieri comunali che hanno sostenuto il progetto. Se siamo arrivati all’obiettivo è grazie all’impegno di tutti” – dice Galfano.