Licata, Pullara:”Ci sono state troppe restrizioni, le attività commerciali restino aperte anche il 5 maggio”

A Licata, nonostante la grande festa annullata a causa delle restrizioni imposte dal governo, la memoria a Sant’Angelo rimarrà viva e partecipata, perché i licatesi tengono fortemente al loro amato patrono. Il deputato regionale Carmelo Pullara, annuncia attraverso un comunicato nella sua pagina Facebook, di avvisare tutti i commercianti a considerare giorno festivo anche il 5 maggio, quindi è prevista la sospensione delle attività.
“Ho appreso dalla pagina ufficiale Facebook della Polizia Municipale di Licata – scrive Pullara – l’avviso a tutti gli esercenti il commercio e l’artigianato che è da considerarsi festivo anche il 5 di maggio, festa di Sant’Angelo Patrono di Licata. Per cui, come per le domeniche è prevista la chiusura totale delle attività. Con il rispetto delle feste religiose e del Santo Patrono mi pare che le restrizioni e le chiusure in questo particolare periodo siano state e siano ancora troppe”. “Pertanto mi appello al buon senso – aggiunge – chiedendo che, nella giornata del 5 maggio, fermo restando i momenti di preghiera personale o via social, le attività rimangano aperte secondo le disposizioni già in essere riguardanti le giornate ordinarie. Ritengo, e non vuole essere una polemica ma uno sprone, che queste sono cose che spettano alla città e che non dovrebbero appartenere a chi occupa altre posizioni con altre responsabilità, mi riferisco al sindaco, al vice sindaco, agli assessori, al presidente del consiglio e ai consiglieri”. Successivamente, arriva la comunicazione ufficiale della Polizia Municipale:

“AVVISO

Prendendo atto che il Presidente della Regione Siciliana con propria Ordinanza n.18 del 30 Aprile ha soppresso la chiusura festiva degli esercizi commerciali ed artigianali mantenendo solo quella domenicale
SI INFORMANO
I Signori Esercenti il commercio e l’artigianato che il 5 di maggio potranno esercitare regolarmente nelle forme previste dal Dpcm del 26 Aprile 2020.”