“Trapani Città che legge 2020/2021”

135

La Città di Trapani ha ottenuto l’ambito riconoscimento di “Città che legge” per il biennio 2020/2021 dal Ministero dei Beni e delle attività Culturali e del Turismo. 
La candidatura della nostra Città, fortemente voluta e sostenuta  dall’Amministrazione Comunale e dalla Biblioteca Fardelliana, è il risultato di un grande impegno profuso negli ultimi due anni per promuovere la lettura e la cultura: l’adesione al programma nazionale “Nati per leggere” con i numerosi incontri per la promozione della lettura sin dai primi mesi di vita dei bambini;  il potenziamento dei servizi della Biblioteca Fardelliana, con particolare attenzione per i bambini da 0 a 6 anni; la realizzazione della Rassegna Letteraria “Trapanincontra, Itinerari e libri” che in questo 2020 è giunta alla sua seconda edizione, interrotta nel mese di marzo per l’emergenza sanitaria da pandemia di covid-19 continuerà nel corso dell’anno con gli appuntamenti già fissati con alcuni tra i maggiori scrittori del panorama letterario italiano.“ Siamo consapevoli – dichiarano il Sindaco Giacomo Tranchida e l’Assessore alla Cultura Rosalia d’Alì – che questo riconoscimento a livello nazionale non è un punto di arrivo ma un punto di partenza.
Altre iniziative e altre sfide ci aspettano: la Città di Trapani merita molto di più sul piano culturale, perché l’evidenza dei fatti e l’esperienza dimostrano che lo sviluppo intellettuale ma anche sociale ed economico di una comunità passa attraverso la lettura e la valorizzazione dei luoghi ad essa dedicati: biblioteche e librerie.
L’intento è sostenere la crescita socio-culturale del nostro territorio attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva e per questo fine si lavorerà da subito al Patto locale per la lettura incentrato su una più fattiva collaborazione tra enti pubblici, istituzioni scolastiche e soggetti privati per la realizzazione di ulteriori iniziative volte a consolidare il percorso già intrapreso”.Con il riconoscimento della qualifica “Città che legge”, il Centro per il libro e la lettura, d’intesa con l’ANCI, intende promuovere e valorizzare quell’Amministrazione comunale che ha dimostrato di impegnarsi a svolgere con continuità politiche pubbliche di promozione della lettura sul proprio territorio, favorendo lo sviluppo di una crescente attenzione e valorizzazione dei luoghi ad essa dedicati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.