Al via a Marsala l’allestimento della grande mostra su Carla Accardi e Antonio Sanfilippo

294

C’è fermento al Convento del Carmine di Marsala dove, in queste ore, sono arrivate con un tir e uno staff di addetti specializzati nel trasporto e imballaggio delle opere d’arte, le circa cinquanta tele che compongono la grande mostra “Carla Accardi – Antonio Sanfilippo. L’avventura del segno”, a cura di Sergio Troisi. Organizzata dall’Ente Mostra di Pittura Contemporanea “Città di Marsala” insieme con l’Archivio Accardi Sanfilippo di Roma e con il prestigioso patrocinio del Mibact (Ministero dei Beni Culturali), è allestita nelle sale dell’antico monastero dei frati carmelitani, nel centro storico di Marsala, e sarà visitabile – previa prenotazione per email a info@pinacotecamarsala.it dal 27 settembre e fino al 10 gennaio 2021. L’ingresso all’esposizione è infatti uniformato dal rispetto dei protocolli di sicurezza sanitaria per contenere il rischio di assembramenti e contagio da coronavirus. L’inaugurazione, fissata per le 18.30 di sabato 26 settembre, prevede l’ingresso a numero chiuso fino a 70 persone che, al termine della presentazione ufficiale alla presenza di istituzioni, giornalisti, collezionisti e prestatori, potranno visitare la mostra cinque alla volta seguendo un percorso obbligatorio con entrata e uscita differenziate.

Alla cerimonia inaugurale, con il presidente del Cda dell’Ente Mostra, Giorgio Salvo, saranno il sindaco Albero Di Girolamo, il curatore Troisi e il responsabile dell’Archivio Accardi Sanfilippo, Francesco Impellizzeri.

A spiegare le misure di sicurezza è il direttore dell’Ente Mostra, Felice Licari: “L’ingresso – spiega Licari – è consentito solo se muniti di mascherina e ci si affida al buon senso comune per cui, nel rispetto del diritto alla salute di tutti i visitatori, dei lavoratori del Convento e più in generale di tutta la popolazione, e attenendosi alle ben note misure precauzionali indicate dai governi nazionale e regionale, invitiamo il pubblico a rinunciare alla visita in presenza di febbre o sintomi influenzali e a rimandarla quando le proprie condizioni di salute sono ottimali”.

Per consentire alla comunità di conoscere sin dai primi giorni l’esposizione straordinaria dedicata ai due artisti, per tutta la giornata di domenica 27 settembre sono previste delle visite guidate gratuite cui si potrà accedere solo tramite prenotazione inviando una email a info@pinacotecamarsala.it. Le visite saranno cadenzate ogni mezz’ora e potranno accedere cinque persone per volta. Gli orari delle visite guidate di domenica 27 saranno: 10-12.30 e 17-18.30. Fino al 4 ottobre, eccezionalmente, l’accesso alla mostra “L’avventura del segno” sarà gratuito. Dal 5 ottobre il costo del biglietto sarà 3 euro mentre il catalogo dedicato all’evento (Silvana Editoriale), acquistabile anche sulle piattaforme digitali, sarà in vendita al Convento del Carmine al prezzo convenuto di 10 euro. Visite dal martedì alla domenica 10-13, 17-19, lunedì chiusi.

NOTIZIE SULLA MOSTRA “Accardi, Sanfilippo. L’avventura del segno”

“L’avventura del segno” è una inedita analisi comparata – curata da Troisi col rigore scientifico e documentale dello storico dell’arte – della produzione di due indiscussi protagonisti dell’arte del Novecento. Entrambi siciliani, entrambi originari della provincia di Trapani e per un periodo compagni di vita, Carla Accardi (Trapani, 1924 – Roma, 2014) e Antonio Sanfilippo (Partanna, 1923 – Roma, 1980) si ritrovarono a Roma verso la fine degli anni Quaranta – nel pieno dinamismo di rinascita del dopoguerra – insieme ad un cenacolo di artisti dell’area romana e ai siciliani Consagra e Attardi, con cui nel 1947 diedero vita a quel gruppo Forma cui si deve la fiera rivendicazione di un’arte astratta. La mostra ripercorre per la prima volta in parallelo il loro percorso, degli esordi in ambito costruttivista alla fine degli anni Quaranta alla dimensione del segno del decennio successivo che proiettò entrambi in un ambito pienamente internazionale (le loro opere sono presenti nei maggiori musei europei), seguendone gli sviluppi sino agli inizi degli anni Settanta, quando Sanfilippo dirada e poi cessa la propria produzione. Info www.pinacotecamarsala.it

In mostra a Marsala circa cinquanta opere, molte di grande formato, provenienti da collezioni pubbliche e private, individuando anche nell’allestimento tangenze e differenze di percorso. Spiega il curatore, Sergio Troisi: “Dalle opere degli anni del Gruppo Forma fino ai dipinti della metà degli anni Cinquanta, con una sala dedicata a opere in cui la riduzione del colore al bianco, al nero e al grigio evidenzia, nel gioco di suggestioni incrociate, il carattere più strutturale del segno di Accardi e quello più lirico di Sanfilippo; dalla stesura luminosa di colori iridescenti dei dipinti di Accardi dei primi Sessanta a quella, dei medesimi anni, in cui il segno di Sanfilippo si rimpicciolisce in forme vaganti come costellazioni, sino alla sperimentazione di Accardi di una materia industriale e trasparente quale il sicofoil a cui corrisponde, in Sanfilippo, l’adozione di ampi spazi vuoti. Con l’eccezione di rare occasioni espositive in gallerie private durante gli anni giovanili e delle mostre di contesti più ampi e generali, l’indagine in parallelo sui percorsi di Accardi e Sanfilippo rappresenta un inedito, reso possibile dalla collaborazione con l’Archivio dei due artisti”.

PALAZZO GRIGNANI

Dopo la chiusura imposta dall’emergenza covid, Palazzo Grignani – che ospita la collezione permanente di arte contemporanea della Pinacoteca di Marsala – è regolarmente visitabile dallo scorso 3 giugno. Anche qui percorso obbligatorio in entrata e in uscita per i visitatori che hanno accesso solo se muniti di mascherina. Visite dal martedì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 19 alle 21 (orario estivo). Palazzo Grignani si trova a Marsala in Piazza del Carmine e riunisce una raccolta di opere di artisti come Cagli, Cantatore, Cassinari, Conti, Gentilini, Maccari, Marchegiani, Pomodoro, Sassu, Sironi, Tosi, Tozzi, Moncada e molti altri ancora.

Info sulla collezione qui

OPERE ALLEGATE

Carla Accardi, Rosso su bianco, 1956, caseina su tela

Antonio Sanfilippo, Senza titolo, 1953, olio su tela

SCHEDA TECNICA

“Carla Accardi – Antonio Sanfilippo. L’avventura del segno”

A cura di Sergio Troisi

Marsala, Convento del Carmine

Dal 26 settembre 2020 al 10 gennaio 2021

ORGANIZZAZIONE

Ente Mostra di Pittura “Città di Marsala” | Convento del Carmine

IN COLLABORAZIONE CON

Archivio Accardi Sanfilippo, ROMA

CATALOGO

Silvana Editoriale

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.