Cipriano: “la Regione Siciliana prenda in mano l’iniziativa per liberare i pescatori di Mazara”

A Roma, per tutta la campagna elettorale del primo turno, si sono dimenticati dei nostri pescatori di Mazara del Vallo ed ora a poco tempo dal secondo round, la politica poltronaia, pinocchiara e mestierante, per farsi un’altra gragnuola di colpi elettorali e giocare il recuperò in calcio d’angolo del ballottaggio, si ricorda e strumentalizza il sequestro dei pescatori in quel di Libia, che pare il Generale Haftar voglia rilasciare solo in cambio di taluni scafisti prigionieri in Italia. 

Questa politica ha perso il senno della ragione. E ci viene quasi di pensare, visto l’abolizione fresca dei decreti sicurezza, che : la forzatura, sia stata da parte della Libia e di qualche Ong di tutt’altra ragione, che a far frullare la mente, ci dovrebbe arrivare chiunque. 

Ma ci viene di pensare !!! Le risposte si faranno sentire. 

Che ci sia sotto altro ? Mah ! 

E’ una domanda che ci poniamo .

Certo è che qualcuno, deve dare risposte chiare … punto !!! 

E’ inutile che Forza Italia in parlamento faccia una interrogazione che peraltro nessuna risposta in merito ha avuto dal Ministro Di Maio, il quale era addirittura assente, ma diciamolo, questa Onorevola che ha interrogato sul fatto davanti al question time, ha avuto solo una risposta vaga da, per così dire, un’addetto di servizio. 

Il Ministro Di Maio, ha mancato di rispetto ai pescatori, continua a mancare di rispetto ai pescatori, mentre la Lega si riempie di chiacchiere, bandiere e selfie, ancora una volta per marcare la propria presenza opportunistica; per marcare una presenza che mai c’è stata fin dall’inizio di questo grave ed eclatante fatto, messo in sordina ed in ultimo piano anche dai media nazionali. 

Lo Stato Italiano deve dare risposte assolute e certe, quelle risposte che nessuno ha ricevuto .

A quanto pare, si continua a cincischiare ed il peggio che qualcuno lo ha fatto anche davanti ai familiari dei pescatori ; familiari che preoccupati continuano a chiedere e pretendere risposte; le hanno chieste al Presidente del Consiglio Conte ; le hanno chieste a tutte le persone possibili, hanno manifestato il proprio grido d’aiuto davanti all’inaudito silenzio, davanti a quella che chiamiamo omertà di stato . 

Ora il Movimento Etico Siciliano, unendosi al loro grido di Liberazione alza la voce, e lo fa attraverso il proprio Garante Antonio Cipriano, il quale afferma : 

“è inaudito, francamente grave, gravissimo questo comportamento dello Stato Italiano, davanti a questi fatti, che dimostrano soltanto che la Sicilia, oltre ad essere l’ultima ruota del carro e niente, proprio niente, vergognosamente niente per i palazzi romani. 

Chissà se al posto dei pescatori c’era qualche missionaria di qualche Ong come andava a finire. Sicuramente le tempistiche erano molto brevi, sicuramente si muovano a 360 gradi tutti i media del mondo. Vero ?

Ma la cosa che ci fa indignare di più, è: la totale assenza del Presidente della Regione Siciliana Musumeci così come del Presidente del Consiglio Regionale Miccichè che tempo addietro per nulla si era sprecato di comprare le mutandine alle donne migranti che venivano sbarcate in Sicilia, mentre adesso evitano tutti di impegnarsi a garantire qualsiasi aggancio per liberare i pescatori di Mazara del Vallo . 

Ora, sono pregati di farsi sentire, il Presidente Musumeci, così come tutta la maggioranza della Regione ed anche il Presidente del Consiglio Regionale Miccichè, compreso qualche proprio omonimo (chissà se parente) che in giro si ritrova medico e candidato. 

La Regione deve prendere in mano la trattativa, lo Stato Italiano, davanti a questo caso, si sta dimostrando totalmente inaffidabile ed incapace. 

La Regione ha in mano la Sicurezza , faccia valere quanto è stabilito nello Statuto . 

E competenza della Regione Siciliana, ma sopratutto del suo Presidente, mettere in sicurezza il proprio Popolo da qualsiasi minaccia, si ricordi che i Pescatori di Mazara del Vallo prima di essere difesi e tutelati dallo Stato Italiano, hanno diritto di essere difesi dalla propria Regione Autonoma, la Regione Siciliana che attraverso il suo Presidente può agire, proprio perchè comanda le Forze dell’Ordine e la Sicurezza in Sicilia. E ben chiara a tutti la situazione ? 

Le è chiara Sig. Presidente Musumeci ? Le è chiara Sig. Presidente Miccicchè ? Speriamo di Sì . 

Poi ci rendiamo conto che possa essere difficile e delicato il caso e che liberare i pescatori per nulla è come regalare mutandine alle migranti . 

Questo è il suo popolo ! Se lo ricordi bene !!! E’ ora di alzare la voce !!!