Trasporto scolastico, Figuccia: “Governo riveda misura lesiva del diritto allo studio”

“Siamo fortemente perplessi e contrari alla decisione del governo regionale di garantire il trasporto scolastico gratuito solo per alcuni studenti – così in una nota il Vincenzo Figuccia deputato della Lega all’Ars e coordinatore provinciale del partito a Palermo – nelle scorse settimane, mosso da tali perplessità, ho presentato un’interrogazione chiedendo lumi sulla scelta e al tempo stesso l’urgenza di una circolare integrativa a garanzia degli studenti complessivamente intesi.

Non ci possono essere figli di un Dio minore soprattutto in un momento storico in cui la ripartenza e i servizi debbono essere garantiti in nome delle decantate pari opportunità, soprattutto se parliamo di diritto allo studio. Le aziende che si occupano del trasporto pubblico possono essere certamente coadiuvate da ditte private operanti nei servizi turistici che negli scorsi mesi, hanno visto arenare la propria attività. Certamente, il nodo al pettine è quello delle risorse ma su temi come questo nessun veto è ammesso. E allora si cerchi un’idonea copertura finanziaria per rivedere una misura che lede profondamente il diritto di migliaia di studenti e di altrettante famiglie che non hanno un reddito zero ma che comunque sperimentano quotidianamente il disagio della pendolarismo e della dislocazione territoriale”.