sabato, Marzo 2, 2024
HomeCulturaMusicaNoto: concerto di Nicola Piovani, 40 anni di vita in musica nella capitale...

Noto: concerto di Nicola Piovani, 40 anni di vita in musica nella capitale del barocco siciliano

Una autobiografia musicale, nella quale il compositore romano, accompagnato da Marina Cesari al sax e Marco Loddo al contrabbasso, ripercorrerà, tra aneddoti e racconti personali, gli incontri che hanno segnato in maniera indelebile la sua carriera: da quello con Fellini, fino al sodalizio con Benigni che gli è valso il premio Oscar nel 1999, passando per le collaborazioni con altri giganti come Mario Monicelli o i fratelli Taviani. L’appuntamento è per mercoledì 26 luglio, ore 21:15, a Noto, presso il Cortile del Collegio dei Gesuiti

Dopo il grande successo di “Food” con il trombettista Paolo Fresu e il pianista Omar Sosa, che nella giornata di ieri ha fatto registrare il tutto esaurito, Noto continua ad essere la casa della grande musica. Mercoledì 26 luglio la cornice del cortile del Collegio dei Gesuiti ospiterà, alle ore 21:15, il compositore premio Oscar Nicola Piovani, protagonista dello spettacolo “Note a margine”, nell’ambito del cartellone del Festival Internazionale “Notomusica”. Un’occasione per ripercorrere quarant’anni di carriera, spesa tra cinema e teatro, che lo hanno visto musicare celebri pellicole e collaborare con registi del calibro di Federico Fellini, i fratelli Taviani e Roberto Benigni. «Non ricordo un solo momento della mia vita – spiega il compositore – in cui non ci sia stata la musica». Tra aneddoti, racconti ed emozioni, saranno proprio gli incontri che hanno segnato la sua traiettoria artistica e personale a fungere da filo rosso di questa autobiografia musicale che vedrà il sassofono di Marina Cesari e il contrabbasso di Marco Loddo accompagnare il pianoforte di Piovani in questo viaggio a ritroso.

Nato a Roma nel 1946, inizia studiando fisarmonica e pianoforte, prima di diplomarsi al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Dopo le prime esperienze all’università, durante la quale si cimenta nella produzione di cinegiornali che documentano le proteste studentesche del ‘68, esordisce nel mondo del cinema grazie a Silvano Agosti, che nel 1971 lo coinvolge in N.P – Il segreto. La sua carriera cinematografica decolla grazie alla collaborazione con il regista Marco Bellocchio che gli chiede di scrivere la colonna sonora per Nel nome del padre del 1972. Inizia così un percorso che lo porterà a lavorare con i grandi autori del cinema italiano da Monicelli e Fellini ai fratelli Taviani, passando per Nanni Moretti, Giuseppe Tornatore e Roberto Benigni. Nel 1999, si aggiudica l’Academy Award per la colonna sonora di “La vita è bella”. In veste di arrangiatore, collabora con Fabrizio de Andrè alla realizzazione degli album Non al denaro non all’amore né al cielo e a Storia di un impiegato. Oltre al cinema, Piovani si dedica alla composizione di musiche di scena per il teatro, collaborando con importanti registi teatrali e con lo scrittore Vincenzo Cerami con cui fonda la Compagnia della Luna, producendo spettacoli in cui la musica gioca un ruolo primario.

Il Festival Internazionale “Notomusica” è promosso dall’Associazione Concerti Città di Noto con i patrocini del Ministero della Cultura, Direzione Generale Spettacolo, della Regione Siciliana, Assessorato al Turismo e del Comune di Noto con le sponsorizzazioni di Wolters KluwerCaffè Sicilia e Le Quattro Sorelle. Il prossimo appuntamento sarà il 28 luglio con un concerto dei Solisti dell’Accademia nazionale di Santa Cecilia che si cimenteranno con il Quintetto in mi bemolle magg. K452 per pianoforte e fiati di W. A. Mozart e con il Quintetto in mi bemolle magg. op.16 per pianoforte e fiati di L. V. Beethoven.

Articoli Correlati
- Advertisment -

ULTIME NEWS