mercoledì, Giugno 12, 2024
HomeEconomiaLavoroCentinaia di giovani a Messina hanno incontrato il mondo del lavoro

Centinaia di giovani a Messina hanno incontrato il mondo del lavoro

Dal musicista al biotecnologo: sono tanti i 
sogni di sbocco professionale che centinaia di studenti degli istituti 
superiori e dell’università di Messina hanno raccontato oggi in piazza 
Duomo agli orientatori del truck “Il lavoro viaggia con noi”, 
organizzato dalla Fondazione nazionale consulenti per il lavoro con 
l’Ordine dei consulenti del lavoro di Messina e il Comune di Messina.
Dopo avere ricevuto informazioni generali e avere compilato un 
questionario specifico, i ragazzi si sono confrontati con gli esperti 
sul loro percorso di studi, ottenendo consigli su come meglio 
indirizzarsi rispetto alle reali esigenze delle imprese che, nel 42,7% 
dei casi, non riescono a trovare candidati preparati per le figure 
professionali proposte.
“Il reale problema – ha spiegato Vincenzo Silvestri, presidente 
nazionale della Fondazione consulenti per il lavoro – è quello di 
riuscire a fare incontrare la domanda e l’offerta di lavoro. Il sistema 
dell’istruzione e formazione è ancora lontano e serve uno strumento in 
più di approfondimento che coinvolga direttamente le imprese, ed è 
quello che fa la Fondazione consulenti per il lavoro quale agenzia 
privata riconosciuta dal ministero, mettendo in pratica iniziative come 
questa. Siamo partiti un  mese fa da Napoli e dopo 18 tappe in giro per 
l’Italia abbiamo aiutato 6mila giovani a trovare lavoro, e posso dire 
che la piazza di Messina, che ha chiuso l’iniziativa, è stata tra le 
migliori per collaborazione delle istituzioni locali e per 
partecipazione e interesse dei giovani. Per questo torneremo qui”. 
Tant’è che il sindaco, Federico Basile, ha candidato Messina per 
ospitare la prossima edizione del truck “Il lavoro viaggia con noi”.
Da parte delle imprese, Roberto Franchina, presidente della Piccola 
industria di Sicindustria, ha annunciato: “Lanceremo a breve una Academy 
che sia in grado di formare i giovani in base alle reali esigenze che ci 
verranno indicate dalle imprese associate. E lo faremo cogliendo anche 
l’opportunità rappresentata dal fatto che il nostro presidente di 
Sicindustria, Luigi Rizzolo, è stato nominato presidente di Sistemi 
formativi Confindustria, l’ente di formazione degli industriali 
italiani. E questa esperienza aggiuntiva ci metterà in condizione di 
realizzare un progetto solido e concreto, sul modello degli Its che 
registrano un altissimo tasso di occupazione”.
Massimo Floridia, collaboratore del dirigente generale del dipartimento 
regionale Lavoro, si è soffermato su un nuovo incentivo della Regione 
sulle nuove assunzioni: “A breve verrà pubblicato l’avviso per un 
contributo fino a 10mila euro l’anno per tre anni sulle assunzioni 
stabili, che si può aggiungere ad altri incentivi disponibili. Quanto al 
programma ‘Gol’ finanziato dal ‘Pnrr’, finora ha coinvolto circa 200mila 
soggetti da riqualificare e inserire nel mondo del lavoro. Ad aprile 
abbiamo invitato le imprese a manifestare interesse per riassorbire 
lavoratori di aziende in crisi, che potranno esse stesse formare in sei 
mesi con nostre risorse, per poi assumerli come specializzati”.
Ivo Blandina, presidente della Camera di commercio di Messina, ha 
approfondito gli strumenti messi in campo dall’ente per favorire 
soprattutto l’imprenditoria femminile, l’innovazione, la 
digitalizzazione e l’internazionalizzazione delle attività economiche.
Lucia Alfieri, consigliera d’amministrazione di Fonarcom, il primo fondo 
interprofessionale dei consulenti del lavoro in Italia per numero di 
imprese aderenti, ha spiegato che con il “Fondo nuove competenze, messo 
a punto assieme alla Fondazione lavoro, è possibile preparare meglio i 
giovani finanziando con avvisi a sportello la formazione continua dei 
lavoratori delle aziende aderenti, anche aggregando in rete le imprese e 
gli studi professionali che non riescono ad accumulare risorse 
sufficienti per la formazione. Noi, attraverso i consulenti del lavoro, 
ci rivolgiamo soprattutto alle micro, piccole e medie imprese, che per 
le loro dimensioni hanno più difficoltà a gestire e affrontare il tema 
della formazione nei settori della conversione ecologica e digitale che 
richiedono, appunto, nuove competenze”.
Maurizio Adamo, presidente dell’Ordine dei consulenti del lavoro di 
Messina, ha concluso: “Siamo pienamente soddisfatti del risultato di 
questa iniziativa. Come consulenti del lavoro siamo riusciti oggi a 
creare una sorta di ‘tavolo’ fra Regione, Comune, università, 
istituzioni scolastiche e del mercato del lavoro, imprese: cioè, tutti i 
soggetti della filiera che deve accompagnare i giovani nella 
realizzazione del loro progetto di vita. L’avere fornito in maniera 
completa agli studenti tutte le informazioni sulle opportunità 
disponibili sul territorio rappresenta un modello vincente che 
sicuramente proseguirà e che vedrà i consulenti del lavoro parte attiva 
nei prossimi anni”.

Articoli Correlati
- Advertisment -

ULTIME NEWS